martedì 1 settembre 2015

Laundry makeover - moodboard e disegno before&after

In questa casa ci sono tanti di quei lavori da fare che letteralmente non si sa da dove cominciare. Uno di questi però era in lista d'attesa da molti anni, decisamente troppo, ed era ormai salito di priorità in graduatoria: la lavanderia.

La nostra lavanderia è una stanzetta di piccole dimensioni che contiene la caldaia e la botola per salire in soffitta. Però ha una finestra che guarda verso il paese e le colline e, anche se piccola, è una fortuna avere uno spazio così da poter dedicare alla pulizia di casa.

Essendo in lista e nei sogni da anni, ha affrontato millemilamilioni di progetti diversi nelle nostre teste e su millemilamilioni di fogli di carta poi persi nel triangolo delle Bermuda di questa casa. Millemilamilioni di versioni décor "definitive" saltate dalle mie idee alle orecchie dell'idraulico e sfumate nel ticchettio degli anni che passavano... potete immaginare la frustrazione.

Questa volta però il dado è tratto, zac! Lavoro fatto!
Obiettivo: spendere poco e ricavare il massimo della funzionalità e dell'estetica.

L'idraulico ha deciso di sua iniziativa che avrebbe costruito gli elementi di arredo sfruttando (rullo di tamburi) i tubi di ferro zincato che erano rimasti in attesa per anni in garage e legno recuperato da un grosso pallet portato a casa da un cantiere.
Per la mia parte, mi sono lasciata prendere dal trend del momento della urban jungle, un trend green che sento molto mio e che si sposava perfettamente con gli arredi in tubo e legno di recupero.
Tante sfumature di verde ma mai troppo grintose o accese: il mio obiettivo era entrare in lavanderia e trovarmi in una piccola oasi verde dai toni naturali e pacati, rilassanti e piacevoli, con piante e i miei amati cactus e succulente.

Dopo le ispirazioni in rete che vi avevo mostrato qui, ecco la moodboard del desiderio della lavanderia:


1: specchio IKEA FRÄCK (per farsi comodamente la barba)
2: tubo idraulico di recupero a finitura zincata
3: legno di recupero da pallet
4: bottiglie IKEA nuova collezione HEMSMAK (ed. limitata)
5: piantina cadente
6: succulente e cactacee
7: carta da parati Marimekko Ikkunaprinssi Green
8: vasi da conserva IKEA nuova collezione HEMSMAK (ed. limitata)



Ed ecco il disegno before&after (amiche grafiche/architetti vi prego non svenite!)




Vi ho svelato la nuova disposizione degli arredi, decisamente molto più funzionale per le nostre esigenze. Un unico piano di appoggio che corre lungo tutta la parete ed una aggiunta di mensole e appendiabiti per creare una zona "mud room" (zona fango) dove l'idraulico, al suo rientro, può appendere i vestiti da lavoro, appoggiare le scarpe e la borsa della palestra. Ci sono anche dei cassettini dove può riporre i piccoli oggetti che ha in tasca come penne, il metro, pennarelli e mettere in carica il cellulare della ditta. Adesso tutto ha un suo posto e c'è addirittura spazio per aprire l'asse da stiro e stirare comodamente!

Ora non resta altro che vedere finalmente il risultato finale di tanto lavoro, lo so che siete curiose come scimmie!
Giusto il tempo di terminare le ultime cosette e vi do appuntamento qui per venerdì prossimo con le foto della nuova lavanderia!


mercoledì 26 agosto 2015

Laundry inspiration - la fortuna di avere una piccola lavanderia

Se mi seguite su Facebook o Instagram (e se non lo fate... cosa aspettate?), saprete già che durante questo mese abbiamo finalmente cominciato il lavoro di makeover della nostra piccola lavanderia. Che fortuna poter disporre di uno spazio così ma era davvero mal disposto e male organizzato rispetto alle nostre esigenze, che spesso si capiscono solo vivendo la casa. La chiamavo "stanza degli orrori" e nessuno, a parte noi e il tecnico della caldaia e della parabola, aveva mai potuto varcare quella soglia!

Avete mai notato come le foto Pinterest delle lavanderie siano spesso brutte? Bene, qui voglio proporvi qualche foto che invece nel corso del tempo mi ha ispirata, facendomi vedere e sognare come un giorno avrebbe potuto diventare la mia orrida stanzetta, a dimostrazione che non sempre è necessario avere a disposizione grandi spazi.



























Non sono davvero tutte belle e funzionali, anche se ricavate in nicchie, armadi o spazi ristretti?
E se volete trucchi e consigli per una lavanderia perfettamente organizzata questi sono i link giusti:





Voi avete una zona lavanderia in casa? Ne siete soddisfatte o vorreste migliorarla o cambiarla?
Non perdete i prossimi post dove vi guiderò attraverso il lavoro di makeover del nostro piccolo spazio, da "ops" a "wow"! 

venerdì 21 agosto 2015

Finalmente sono stata da Zodio anche io!

Esatto, finalmente sono stata da Zodio!
Dovete sapere che io e l'idraulico abbiamo passato pochi giorni di vacanze estive in una località nota per il suo clima fresco ad agosto... Milano. Il motivo è che a lì ho mia cugina che è più una sorella per me e non riusciamo a vederci quasi mai e poi le previsioni mettevano pioggia. Infatti è piovuto, ma non prima di averci fatto patire un giorno di umidità che neanche nella foresta Amazzonica.

Comunque, una tappa non poteva che essere Zodio, la catena francese di negozi dedicati alla casa e alla creatività che è sbarcata da poco anche in Italia (per ora l'unico store italiano si trova a Rozzano, Milano).
Dopo aver sbavato, sbuffato, esaminato minuziosamente le foto delle mie amiche creative che ci sono andate (vedi in fondo al post), io e l'idraulico ci siamo intrufolati in una tranquilla mattina di agosto.

Prima impressione: colore! Seconda impressione: idee! Terza impressione: non so dove guardare!

Entrando ci si trova nel reparto casa-cucina e qui devo dire che si viene catapultati in un mondo ricco di utensili gadgets e qualsiasi cosa possiate pensare abbia a che vedere con la cucina, l'arte della tavola e del ricevere, bagno e benessere. Non solo: una vastissima scelta di spezie (anche in formati e varietà esotiche), erbe aromatiche, miscele di tè e tisane... dico solo che molte erbe che ho visto non le conoscevo nemmeno!
Utensili, piatti. ciotole, tutto e dico tutto per il cake design e per l'organizzazione e la decorazione di feste... insomma, da perdersi!



Dopo il "tutto per la casa e le feste" si passa allo spazio creatività. Ecco, qui ho da dire due parole. La scelta è vastissima, si trova davvero di tutto, colori, carte di ogni tipo, paste polimeriche, paste decorative, argille, colle, solventi, vernici per effetti particolari, inchiostri, timbri, stencil, washi tapes, nastri, stoffa, filati, merceria varia... insomma, il reparto creatività è davvero ricco.

Certo, forse chi si occupa di creatività "per mestiere" potrebbe aspettarsi di più, magari perché abituato a frequentare negozi specializzati, fiere creative del settore dovendo scegliere minuziosamente i propri materiali tra un vasto assortimento di ogni più piccola variazione. Ammetto di avere avuto questa sensazione ma credo di avere capito che sia impossibile avere una tale varietà e che Zodio voglia rivolgersi a tutti con l'obiettivo di stimolare le idee, la creatività, la fantasia mettendo a disposizione una vasta scelta in un unico posto.

In effetti la sensazione è davvero questa, bellissimi esempi creativi fanno capolino appesi alle pareti e tra l'altro cavalcano l'onda del riuso che io tanto adoro, come a voler dire alle persone "Ehi, guarda, ci avevi mai pensato"? Molte di noi sono abituate a Pinterest (voi mi seguite? mi trovate qui) e ad essere sovra caricate di stimoli e idee, a volte abbiamo la sensazione di avere già visto tutto. Ma chi non è abituato a tutto questo viene travolto da un'onda di stimoli.

Al termine del giro da Zodio si trova un'area di incontro, condivisione e scambio, un salone e un atelier creativo dove ci si può sedere soli o in compagnia a creare, dove sono a disposizione anche utensili creativi e dove Zodio organizza incontri per imparare a creare e decorare ma anche per scambiarsi le idee! Lo spazio è anche a disposizione per organizzare feste e incontri e leggere un libro... insomma "comme à la maison" (come a casa tua). C'è anche un atelier cucina con tanti corsi di cucina creativa. Credo che questo spazio faccia la differenza e faccia capire la filosofia di questa catena.




In effetti la creatività è voglia di condivisione, se no non ci sarebbe gusto, cosa ne dite?
Io sono andata non come blogger o creativa ma come semplice visitatrice, so che c'è uno staff davvero esperto, frizzante e pronto a rispondere alle esigenze del cliente ma non ho avuto modo di conoscerlo.
Magari la prossima volta?
(P.S. intanto mi sono portata a casa due tazze rosse in metallo smaltato, un po' vintage style perfette per la roulotte oltre a diversi materiali creativi e anche l'idraulico ha fatto spesa! Diciamo che ho sforato lievemente il budget!)


Se vuoi saperne di più su Zodio leggi anche i post delle amiche blogger creative:
Elena "Decor e blablabla" (lei fa parte dello staff!)
Paola "Oltreverso"
Paola "We make a pair"
Rita "Faccio e Disfo"
Simona "Il Pampano"

(Nota: questo post NON è sponsorizzato)

mercoledì 19 agosto 2015

Piccoli assaggi della mostra del Collettivo Limitrofi all'insegna del recupero

Sono stata qualche giorno in ferie. Speravo di riuscire a pubblicare prima questo post ma alla fine ho staccato completamente la spina, senza preavviso... perdono!
Solo qualche foto, scattata con il cellulare e quindi orribile, della mostra collettiva organizzata dai giovanissimi ragazzi del Collettivo Limitrofi durante Fornovo in Fiera a Fornovo (PR).

Il recupero si fa concetto, si sposa con arte, fotografia, installazioni ed entra in una bellissima location diroccata (ma sapientemente esaltata) che già da sola racconta una storia. Il recupero poi passa dal bar, bellissimo il nuovo bancone alto realizzato con cassette da vino in plastica e con il top in erba vera... si, vera!

La panca parla da sola: come scrivono gli stessi ragazzi del Collettivo "l'esempio perfetto di come con 5 elementi di recupero si possa risolvere il problema di una seduta, di come con poco si possa migliorare lo spazio". Direi che siamo sulla stessa lunghezza d'onda!
Bravi i ragazzi del Collettivo Limitrofi, continuate così.





Qualche foto anche per la bellissima ape car di "L'Ape Genuina", una ragazza dolcissima che avevo già conosciuto lo scorso anno e che ha lasciato la sua vita da contabile per darsi allo street food e al sorriso quotidiano (io un po' la invidio e voi?) 
Adoro le sue decorazioni tra il country e il vintage, la sua ape è tanto deliziosa quanto lo è la frutta che prepara d'estate. Quest'anno ho assaggiato l'estratto anguria-zenzero-pesca... paradisiaco!



L'ispirazione e la creatività sono ovunque, basta tenere gli occhi sempre aperti!

venerdì 31 luglio 2015

Festeggiamo? DIY little fabric balloon

Tanti auguuuuuriiiii aaa meeeee!
Eh già, oggi è il mio compleanno anche se preferirei dire non-compleanno... da qualche anno vorrei saltare questa giornata a piè pari per non rendermi conto del tempo che mi scivola dalle dita ma, ahimè, mi tocca come a tutti!

Comunque, sono qui per raccontarvi una cosa. Tempo fa sono stata contattata da The Color Soup, uno shop online dedicato alla stampa di tessuti, per provare il loro servizio on demand. TheColorSoup è una start-up tutta Made in Italy con sede nel Veneto. Il sito per ora è attivo in versione beta ma sarà online a pieno regime da settembre.
Su The Color Soup si può scegliere la grafica tra quelle già disponibili oppure caricare la propria, scegliere la tipologia di tessuto, ordinare e ricevere tutto a casa... semplice no? Oltretutto si possono ordinare anche solo piccole quantità di tessuto, solo quello che serve, on demand!

Insomma, mi sono arrivate a casa due bellissime stoffine e quale occasione migliore del mio compleanno per un piccolo DIY festaiolo? Un palloncino di stoffa che può essere cake topper, muffin topper, segnaposto (se lo realizzate con stoffe diverse) e lo stelo in fil di ferro gli permette di essere infilzato o avvolto dove volete, anche al bicchiere oppure all'orecchio (no forse all'orecchio vi fa male!)
Io non so cucire quindi qui si ritaglia e si incolla, niente di più. Ecco cosa ho combinato, il foto tutorial è molto semplice ma se qualcosa non è chiaro... chiedete!











A me The Color Soup è piaciuto tantissimo, anche se non so cucire adoro le stoffe sia per la casa che per le mie idee craft e lo trovo un servizio perfetto, adatto alle più diverse esigenze. Per questo piccolo DIY ho usato solo una delle due stoffe che mi sono arrivate, con l'altra ho in mente una nuova avventura che però rimando a settembre (come a scuola).

Bene, ora vado ad invecchiare da sola (ma per consolarmi mi sbaferò questa torta brownie che ho usato per le foto!)

giovedì 23 luglio 2015

Sfumature di grigio e soluzione decor DIY per la camera da letto

In casa mia il colore alle pareti non manca davvero. Di alcune scelte mi sono pentita o stancata col tempo, di altre invece sono sempre più innamorata. 
Una di queste è il grigio della camera da letto, che è abbinato ad una parete turchese scuro. La parete grigia è quella che si vede entrando in camera ed il colore è scuro ma di una bella tonalità calda. Ricordo che io e l'idraulico, appena finito di ridipingere, non potevamo smettere di guardarlo.




Una delle pagine di Dalani parla proprio del significato dei diversi colori nella camera da letto e qui ho scoperto che il grigio è perfetto per la camera (ma anche per tutte le stanze), neutro, delicato, rilassante, in grado di esaltare praticamente ogni accostamento di colore. Infatti l'ho scelto perché credo sia una base giusta per me che non riesco a rimanere ferma in una palette cromatica ma tendo a circondarmi di oggetti dai mille colori! Ad esempio, mi piace molto come questo grigio riesca ad esaltare la parete turchese ma anche i particolari rossi e viola che fanno capolino qua e là.
Quindi, in camera da letto, ottime le "50 sfumature di grigio"! (DOVEVO fare questa battuta... chiedo perdono, tra l'altro è un libro che non sono riuscita a finire: bocciato)








Insomma, leggendo questa pagina mi è venuta voglia di finire una piccola decorazione che aspettava da tempo, proprio sulla parete grigia di camera mia.
Ormai due anni fa (ma come passa il tempo!) una cara amica mi aveva regalato dei bei cartoncini neri che aveva in abbondanza e che non usava più. L'avevo convinta dicendole che volevo fare un volo di farfalle in camera.

Ecco Nu... le farfalle che ti avevo promesso! Ho ritagliato le farfalle dal cartoncino nero ed ho aggiunto una vecchia cornice smontata che era bianca ma che ho ridipinto di un grigio sasso davvero chiarissimo, per un effetto a contrasto con il nero ma meno radicale rispetto al bianco puro. Dato che io sono quella sempre indecisa, questa soluzione mi piace particolarmente perché mi ha permesso di riutilizzare in modo non definitivo.





Si, io sono sempre più convinta della scelta del mio grigio. Voi invece che colore avete scelto per la vostra camera da letto? 


martedì 21 luglio 2015

Di orecchini speciali, Bascherdeis e Fornovo in Fiera - Eventi/mercatini 2015

Nei giorni scorsi ho avuto la fortuna di essere contattata da una ragazza dolcissima che mi ha chiesto un paio di orecchini in legno. Lei colleziona orecchini artigianali, ha visto alcuni miei bijoux (questi) e se ne è innamorata.
Desiderava delle immagini di pin-up. Ogni pezzo in legno e bottoni che realizzo è un pezzo unico, perché utilizzo ritagli di vecchie riviste che metto da parte e poi uso a seconda dell'ispirazione e del legno che sto lavorando (il legno è tutto di recupero, è sempre diverso), quindi è praticamente impossibile riprodurre un pezzo identico ad un altro ed è difficile trovare il giusto soggetto tra i miei ritagli!

Però ho trovato qualcosa che si avvicinasse ai suoi desideri e la dolce ragazza se ne è innamorata di nuovo... felice io di aver fatto felice lei!




Nei prossimi due weekend sarò impegnata con due eventi che aspetto da mesi:


Sabato 25 e domenica 26 luglio sarò a Vernasca (Piacenza) per il mirabolante "Bascherdeis", un festival internazionale degli artisti di strada, i Buskers, nella pittoresca Vernasca che già da sola vale la visita. 
A corollario dello spettacolare evento ci sarà un selezionatissimo mercatino dell'artigianato e creatività per le vie del paese: io e l'idraulico "Tu.Bi. Design" non potevamo farcelo scappare!




Invece, sabato 1, domenica 2 e martedì 4 agosto io e l'idraulico "Tu.Bi. Design" (e chi ci ammazza?) saremo all'evento collaterale a Fornovo in Fiera (a Fornovo Taro, Parma) organizzato dal Collettivo Limitrofi, ovvero "SET7E". 
Come lo scorso anno, ci sarà un mercatino handmade in via Zuffardi, una mostra collettiva ed eventi legati a musica, arte, fotografia e molto altro... mamma mia non penserete di non venire?



Questo è quanto, adesso scappo, vado a creare!