venerdì 19 settembre 2014

Mad abaut maps - decor and handmade bijoux

Ebbene si, lo ammetto... sono matta per le mappe e le cartine geografiche! Avete visto nel tempo qualcuno dei miei DIY e decori a tema ma nel frattempo sto macinando altre cose che spero potrete vedere presto.
In effetti mi sono resa conto che ultimamente sto macinado un po' troppe cose contemporaneamente ma voi abbiate pazienza e non ve ne pentirete (parola di Giovane Marmotta)!

Comunque, a me le mappe piacciono sia da appendere al muro sia da utilizzare e rielaborare in DIY carini per decorare casa.
Ma non solo... a me le mappe piacciono tanto che ne faccio bijoux da indossare. Sono pezzi unici perchè utilizzo combinazioni di bottoni vintage delle mie nonne o recuperati nei mercatini ma anche legno recuperato nei cantieri edili.
E a voi le mappe piacciono? Dove le mettereste e... le indossereste?

Yes, I admit it ... I'm obsessed with maps! So far you have seen any of my themed decorations but in the meantime I'm grinding other things that I hope you will soon see.
In fact, I've realized that lately I'm doing a bit 'too many things at the same time but be patient and you will not regret it (word of Young Marmot)!
Anyway, I like both maps to hang on the wall is to be used in DIY and rework nice to decorate the house.

But not only that ... I like the maps so much that I make jewelry to wear. They are unique because I use combinations of vintage buttons of my grandmothers or recovered in flea markets but also reclaimed wood from construction sites.
And do you like maps? Where would you put them ... and would you wear it?










anelli handmade vivere a piedinudi realizzati con mappe e bottoni vintage



anelli handmade vivere a piedi nudirealizzati con mappe e bottoni vintage

ciondoli handmade vivere a piedi nudi realizzati con legno di recupero e mappe




Se vi piacciono i miei bijoux handmade potete scrivermi a vivereapiedinudi@gmail.com oppure scrivermi un messaggio tramite la pagina facebook, instagram o twitter (trovate i link nella colonna destra in alto). Oppure ancora, potete venire a trovarmi durante i mercati handmade o le esposizioni a cui partecipo... per rimanere sempre aggiornati seguitemi sugli stessi canali!

Prossime date mercatini handmade: 

domenica 21 settembre a Parma in centro storico per il Palio di Parma
domenica 28 settembre a Noceto (Parma) in centro storico per la Festa del Nocino


If you like my handmade jewelery, you can email me at vivereapiedinudi@gmail.com or write me a message through the facebook page, instagram or twitter (you can find the links in the right column above). Or again, you can come visit me during the handmade markets or exhibitions in which I participate ... follow me to stay up to date on the same channel!

martedì 16 settembre 2014

Nino the Gnome & la Dolly!

Sono in smania, frigolo, mi prudono le mani!
No, non sono diventata matta, solo non vedo l'ora di mettere mano seriamente al restyling della nostra Dolly. Chi è la Dolly?

La Dolly è la nostra nuova roulottina vintage! Come ho annunciato qui l'abbiamo portata a casa venerdì scorso durante un viaggio che si può definire "della speranza". Lei è nata nel 1976, anno favoloso (ci sono nata anche io ma non ditelo a nessuno ssshhhh) e quindi è a pieno titolo VINTAGE, ma il padrone precedente era meticoloso ed è tenuta benissimo. Volevamo darle un nome vintage ed alla fine è stato scelto Dolly come Dolly Parton, la famosa cantante country (l'idraulico è patito di country).

Dolly adesso è una di famiglia, abbiamo già cominciato il restyling: controllati gli impianti, smontato accessori dei proprietari precedenti, tolto tendine, prese le misure, deciso come procedere.
Mentre noi progettavamo cosa fare, Nino lo Gnomo è venuto a controllare la situazione!

Nino lo gnomo è una creatura di Isabella di Isabò Design ed è il protagonista del suo concorso creativo.
Nino è salito sulla Dolly, si è spaventato vedendo i fiori disegnati sulla carrozzeria e le vecchie tendine ancora attaccate ma ha approvato le nostre idee. E' stato contento di vedere che la Dolly fino ad oggi ha macinato molti Km ed ha scritto una bella fetta di vita per due famiglie... adesso spera anche lui che la Dolly scriva una bella fetta della nostra vita on the road! Ecco perché Nino ha scelto la Dolly per questo contest, perché lei rappresenta le nostre vacanze e le nostre avventure future!

Se volete partecipare anche voi avete tempo fino al 28 settembre compreso (tutte le info qui).






venerdì 12 settembre 2014

And finally... we will have our tiny house!

Da dove comincio?
Ogni tanto avrete visto in qualche post la nostra casa delle vacanze, la nostra brava tenda. Abbiamo campeggiato in tenda per più di 10 anni tra mare, montagna e città, al caldo, al freddo, all'umido, sotto la pioggia, col vento...
Sotto a quella verandina minuscola abbiamo cucinato, grigliato, preparato il caffè e ci siamo scaldati bevendo una tisana bollente stretti a guardare il sole calare sulle Alpi... ma gli anni son passati sia per lei che per noi e le pezze non tengono più.
Oggi io e l'idraulico ci siamo svegliati alle 4.30 e ci siamo messi in viaggio per andare a prendere la nostra nuova casa. 
La nostra tiny house è una roulotte, per la precisione, se tutto andrà bene, una roulotte vintage. Vintage lo è davvero dato che ha esattamente la nostra età!
E non chiedetemi perché una roulotte e non il camper... lo so, qui in Italia la roulotte è rara, in Europa per niente, ma come mai? Per noi sarà come avere una tenda fissa, arrivi, parcheggi, stacchi la macchina e sei già pronto per partire all'avventura come abbiamo sempre fatto. Alla sera un gelato in un paesino arroccato, al mattino quella spiaggia lontana difficile da raggiungere e se piove approfittiamo per visitare i musei della città. Forse inizieremo a viaggiare per l'Europa... lasciatemi sognare ad occhi aperti!

Comunque sarà, siamo elettrizzati al pensiero di averla e di poterci mettere mano per  restaurarla e ridecorarla a nostro gusto. Ho già iniziato a raccogliere ispirazioni!
A presto gli aggiornamenti!


Where do I start?

Every now and then you will have seen a few posts in our vacation home, our good tent. We camped in a tent for more than 10 years between sea, mountains and cities, such as heat, cold, damp, in the rain, with the wind ...
Underneath that tiny little porch we cooked, grilled, made ​​coffee and we warmed up by drinking an herbal tea hot tight to watch the sun go down over the Alps ... but the years have passed for both her and for us, and the pieces do not take any more.

Today the plumber and I woke up at 4.30 and we got on the road to pick up our new home.

Our tiny house is a trailer, to be precise, if all goes well, a vintage caravan. Really vintage since it has exactly our age!

And do not ask me why a caravan and not the camper ... I know, here in Italy the trailer is rare ibut not n Europe, but why? For us, it's like having a fixed tent, arrivals, parking, breaks the machine and you're ready to start the adventure as we always have. In the evening, an ice cream in a small village in the morning that distant shore difficult to achieve and if it rains take the opportunity to visit the museums of the city. Perhaps we will begin to travel to Europe ... let me daydreaming!




martedì 9 settembre 2014

Un nuovo lampadario in rame per la sala da pranzo - industrial copper pipes chandelier

Credo che si dica che "la moglie del calzolaio va in giro con le scarpe rotte" e la moglie dell'idraulico di Tu.Bi. Design deve aspettare millemila anni per avere quel lampadario che tanto voleva. Insomma, proprio millemila anni no, ma quasi...
Così, finalmente, abbiamo salutato quel lampadario in foglia di cocco che appesantiva l'ambiente. Pian piano stiamo cercando di introdurre elementi industriali in casa nostra. Così, l'idraulico ha realizzato questa illuminazione in rame, un materiale che, ormai lo saprete, amo molto. L'ispirazione ci è arrivata da questo appartamento dell'interior designer Benedikte Ugland, mostrato in "Skona Hem"Nell'ottica del risparmio energetico volevamo installare delle lampadine a LED ma quelle più comuni non ci sembravano esteticamente adatte a questo tipo di sospensione. Abbiamo invece trovato queste lampadine che nell'aspetto ricordano quelle  classiche ad incandescenza, io le amo!
Solo con questa novità, tutto l'ambiente ha acquistato maggior leggerezza.

Adesso però ho bisogno del vostro consiglio! Non sicuri del risultato abbiamo usato cavo e portalampada neri molto comuni invece adesso sono nel dubbio se sostituirli con un cavo bianco rivestito in tessuto e portalampada bianchi... aiutatemi!
Aspetto con curiosità i vostri pareri nei commenti.

I think it is said that "the shoemaker's wife goes around with broken shoes" and the wife of a plumber Tu.Bi. Design have to wait a thousand years to have the so desired chandelier. Well, not thousand years, but almost ... 
So, finally, we said goodbye to the chandelier in coco leaf that burden on the environment. Slowly we are trying to introduce industrial elements in our home. So, the plumber has created this lighting in copper, a material that, by now you know, I love very much. The inspiration came to us from this apartment interior designer Benedikte Ugland, shown in "Skona Hem".  As part of the energy savings we wanted to install LED bulbs but the most common ones seemed not to be suitable for this type of suspension. Instead, we found that these bulbs in appearance reminiscent of the classic incandescent, I love them! 
Only with this novelty, the whole environment has acquired greater lightness. 

But now I need your advice! Not sure of the result we used cable and socket blacks very common but now are in doubt whether to replace them with a white cord covered in fabric and white bulb ... help me! 
I eagerly await your opinions in the comments.








(Lampadine a led di LightX 5 watt (equivalenti a 45 watt) a luce calda, 
attacco E27, accensione istantanea, durata stimata 50.000 ore)

giovedì 4 settembre 2014

Video tutorial come costruire un tavolino da caffè in legno e tubi di rame - #dremel4home progressi progetto

Seguite già la pagina facebook italiana di Dremel I like Dremel? Seguite già la pagina facebook di Tu.Bi. Design da idraulici? Ve l'ho già chiesto? E' solo che non voglio che vi dimentichiate le cose :)
Se la risposta è no, correte a rimediare subito! Se la risposta è si, probabilmente avete già visto il secondo stupendo video tutorial dell'avventura #dremel4home di cui vi racconto qui qui, dove Cristian mostra come costruire un tavolino da caffè in legno di recupero e tubi di rame. Io sinceramente adoro questo tavolino, lo trovo chic, ecco. 
 
Voglio proprio fare i complimenti a tutto il team di  I like Dremel per la pazienza che ha avuto e la disponibilità, perché sentir ripetere infinite volte "Ciao, sono Cristian di Tu.Bi. Design..." avrebbe messo a dura prova chiunque! Per visionare il video, cliccate il link qui sotto (che per qualche strano motivo non sono riuscita ad incorporarlo al post).





Ma lo sapete che l'avventura #dremel4home sta per dare i suoi frutti? Ieri ho consegnato tutto il materiale del progetto realizzato in casa nostra e del quale siamo soddisfattissimi.

Siete curiosone come gatte? Io lo sono ed ho visto quasi tutti i progetti delle altre bloggers e sono stupendi! Rimanete sintonizzati perché l'e-book sarà pronto entro fine settembre e sarà una raccolta strepitosa.

Intanto, per le curiosone come me, beccatevi qualche immagine della nostra avventura casalinga, del nostro #affaredifamiglia. comparsa durante l'estate sui profili facebook di Vivere a Piedi Nudi e Tu.Bi. Design da idraulici e  sui profili Instagram Twitter.


Una sbirciata ai materiali usati, come un bellissimo ed enorme bancale di legno, usato per il trasporto di macchine pesanti: dopo il trattamento con Dremel ha rivelato colori e venature strepitose!









Ecco noi due al lavoro, è stata una bella sfida, ve lo posso assicurare, ma con tanta soddisfazione!


Ta-daaa, piccolo scorcio del risultato... uh che smania di farvi vedere tutto, non sto più nella pelle!




lunedì 1 settembre 2014

Baby Creative Lab - Noi ci saremo!


Sto preparando una piccola collezione di volpi furbette come questa che vi avevo presentato qui,da portare con me domenica 7 settembre al Baby Creative Lab a Somma Lombardo (VA), chissà se si faranno tanti amici?
Io e Tu.Bi. Design da Idraulici saremo lì con tanti altri creativi nella splendida location di Villa Bellini dove ci saranno anche tanti laboratori creativi soprattutto per i più piccoli.

Venite a trovarci? Io, l'idraulico e le volpi furbette vi aspettiamo e se piove non importa, tanto siamo al coperto!


mercoledì 27 agosto 2014

Del mio agosto 2014

Questo agosto di una fredda estate sta già quasi per finire (e questa mattina c'era la nebbia, n.d.r.). Rientro dalle ferie con tanti ricordi in più e dopo aver fatto il pieno di colori, sapori, natura immensa, risate in compagnia ma anche di tanta pioggia e freddo... che estate anomala qui nel Nord Italia!
Rientro anche con tanti nuovi amici creativi conosciuti a Fornovo in Fiera, dove io e l'idraulico abbiamo esposto con la nostra bancarella al mercatino handmade organizzato dai bravissimi ragazzi di Collettivo Limitrofi di Fornovo. 

Tutto questo lo avrete già visto se seguite le pagine facebook di Vivere a Piedi Nudi e Tu.Bi. Design da idraulici e i profili Instagram e Twitter, perciò se non lo avete ancora fatto seguitemi anche lì!

Settembre sarà un mese denso di appuntamenti ma intanto vi racconto qualche immagine...

 Facce da bancarella, allegre e stanche (ma felici) 
a Fornovo in Fiera (Parma)



Nuove amiche creative compagne di mercatino a Fornovo in Fiera



Particolari dall'Alto Adige


Meravigliosi paesaggi e strane facce dall'Alto Adige



Allora, siete pronti a ricominciare una nuova stagione tutta da Vivere a Piedi Nudi? Io sono pronta, non vedo l'ora!