martedì 9 febbraio 2016

#vivereapiedinuDIY - Busta per un biglietto DIY vedo-non-vedo a San Valentino e oltre

Sapete che vivereapiedinudi è un blog che nasce per condividere le mie idee, ispirazioni e soluzioni in casa, realizzate trasformando i materiali che si hanno a disposizione, riutilizzando, dando nuova vita agli oggetti.

Perché diciamoci la verità: forse sarebbe più facile fare cose belle con materiali nuovi e belli. Meno facile è invece realizzare qualcosa di carino con materiali di riciclo. Non so se ne sono capace ma ci provo, è questa la mia sfida ed è questo che amo condividere con voi!

Questa manfrina serviva solo per giustificare il mio livello di pazzia... ero da un'amica ed ho visto dei fogli profumati da mettere nell'asciugatrice (che io non ho). Hanno una consistenza che sembra tessuto-non-tessuto e sono semitrasparenti e... oh va bene dai, confesso: mi piacevano. Me ne ha regalato qualcuno ed il bello è che sono riutilizzabili da usati!
Per fare cosa? Ho provato un'idea semplicissima, visto che si avvicina San Valentino: una bustina porta biglietto vedo-non-vedo.




Cosa serve:

foglio da asciugatrice usato e asciutto
forbici
filo colorato un po' spesso
ago


Procedimento:

1) procurarsi i materiali ;)
2) il foglio usato può essere stirato sovrapponendo una pezza di cotone
3) piegare il foglio in 3 come una busta e premere bene per dare la forma
4) tagliare la parte piegata a triangolo, come in una busta
5) ora il foglio ha la forma di una busta
6) iniziare a cucire grossolanamente i due lati a contatto, in modo da unire i bordi della busta
7) continuare a cucire anche sul lato triangolare, che è singolo
8) terminare di cucire arrivando in fondo e chiudendo la busta





Ecco qua, semplicissimo vero? 
Beh, voi sarete sicuramente molto più brave di me che non so cucire nemmeno un bottone!

Potete completare la busta come preferite, io ho provato con una rosellina di quelle da bomboniera (una chicca... indovinate di chi era quella bomboniera?), oppure con un bel bottone smaltato, ma attente a non mettere niente di troppo pesante perché la busta è leggerissima  e rischiereste di rovinarla.




Un DIY semplicissimo, velocissimo e sicuramente... "on the budget"!

La texture di questi fogli mi piace molto e adoro l'idea di usare queste buste anche per un bel Travel Journal, magari per raccogliere i biglietti d'entrata ai musei o ai parchi naturali, per i bigliettini rubati nei ristoranti... mi sento ispiratissima.

Ho anche in mente una piccola modifica che condividerò presto, fatemi sapere se questo DIY vi è piaciuto, condividetelo con amore e taggatemi sui social se provate a realizzarlo!

mercoledì 3 febbraio 2016

My crush - Miho Unexpected Things a HOMI gennaio 2016

Il primo febbraio a Milano si è concluso HOMI, il salone degli stili di vita, dedicato alle tendenze del mondo degli oggetti e accessori per la casa e la persona.
Basta pensare che HOMI ospita 1400 espositori, per la maggior parte italiani ma anche stranieri. Ci sono start up di giovani designer, piccoli e grandi artigiani di qualità, aziende che consacrano il Made in Italy in tutto il mondo ma anche grandi realtà internazionali. Insomma, una mostra di tendenze e novità di tutto ciò che adoro con l'unica pecca di... essere dedicata agli operatori del settore.
E niente... sono fuori dal giro!

Per fortuna CasaFacile ha sguinzagliato le sue blogger #CFstyle, così ho potuto seguire da vicino tutto quanto sui social e, grazie proprio a loro, ho scoperto Miho Unexpected Things, azienda italiana: me ne sono letteralmente innamorata.
Più che innamorata... "I crushed"! La differenza? Il crush è una forma dolorosa di innamoramento verso qualcuno che non puoi avere ma che desideri più di qualunque altra cosa... insomma, esattamente quello che mi è successo con Miho Unexpected Things. Avevo visto i loro prodotti molte altre volte anche su CasaFacile ma non avevo mai visto la nuova collezione botanica...


Miho Unexpected Things Facebook, uno scatto dell'esposizione a HOMI


Non poteva certo non fare breccia nel mio cuore, lo capite anche voi vero? Insetti, coleotteri, fiori 3D bellissimi e colorati realizzati in mdf, così eclettici... li adoro, i compagni perfetti delle mie tavole #TheArtOfNature.
Il loro stile ricorda tando lo srap e il mixed media, tecniche che adoro e che ho abbandonato forse da troppo tempo, in più con un mix di colori che sono esattamente lo specchio di me stessa.

Niente da fare, un vero crush!






Vi piace Miho?
Un grazie a CasaFacile e alle sue blogger #CFstyle che mi hanno permesso di entrare virtualmente a HOMI e scoprire questa e tante meraviglie!



Nota: questo post NON è sponsorizzato ma parla di quello che mi piace

giovedì 28 gennaio 2016

L'idea regalo per tutti gli innamorati: #valentineanatomy in edizione limitata!

C'è sempre una prima volta per tutto e questa è la mia prima edizione limitata!

Cosa cambia? Penso niente ma suona così bene, no? Comunque, le tavole "The Art of Nature" col cuore anatomico piacciono sempre molto e cosa c'è di più espressivo di un vero cuore per raccontare l'amore?

Anatomia+Amore+Recupero: tavole da appendere che prima erano pallets e magneti che prima erano cassette della frutta. Versione oro o rossa... decidete voi e decidete voi anche la frase o la dedica!
Ne ho preparate alcune esplicative, se vi piacciono queste, molto bene! Se invece le volete personalizzare ci sono a disposizione 6 tavole e tanti cuori da trasformare in magneti. Volete scrivere una frase o un nome... scegliete voi!

Arriveranno avvolte in un morbido packaging molto Valentine...



Dove le trovate? 


oppure

per personalizzarle, scrivetemi a vivereapiedinudi@gmail.com












Happy Valentine!

mercoledì 20 gennaio 2016

Che mese che barba! "idraulico barbuto, sempre piaciuto" - Gennaio 2016

Nuovo anno nuova rubrica mensile (speriamo di riuscire nell'intento)
Ora: di nuovo c'è lo zampino di Anna Tulimami (come il prezzemolo) ma anche il contributo dell'idraulico barbuto (sempre piaciuto).
Anna si sveglia felice in una fredda mattina di inizio gennaio, arriva in casa mia e si mette a disegnare un pettirosso. Colta dall'entusiasmo e dall'ammirazione per le barbe decorate di @thegaybeards su Instagram, confabula con me per convincere l'idraulico a farsi decorare la barba il quale, contro ogni previsione, si presta volentieri. "Che idea!", esclama Anna: ogni mese, per tutto il 2016, decorerò la barba dell'idraulico, perché nella vita bisogna anche sapersi prendere un po' in giro e si sa che l'autoironia la malinconia porta via!

Pronti per scoprire la barba di gennaio?





#chemesechebarba

Un pettirosso su un rametto con una bacca, l'inverno è servito.
E la barba di febbraio come sarà? 

Stay foolish!

giovedì 14 gennaio 2016

Winter DIY con Tulimami - di lanterne di ghiaccio e di fuoco

Tra una fetta di pandoro e un bicchiere di spumante io e l'Anna Tulimami abbiamo festeggiato capodanno. Poi, siccome chi fa la scemina il primo dell'anno la fa tutto l'anno e a noi piace tanto fare le scemine, abbiamo deciso di giocare a fare le blogger serie "come quelle d'Oltreoceano", creare qualcosa che facesse atmosfera, fare uno styling schiccosissimo e scattare foto da tutte le angolazioni...

Così sembravamo due elfi dei boschi, raccogliendo felici e sorridenti bacche rosse come l'amore, frutti a forma di stella, trasformando tutto in ghiaccio e illuminando con la magia del fuoco...

No aspettate... ho sbagliato storia! A casa mia pioveva e faceva freddissimo, eravamo imbaccuccate come salsicce nei giacconi coi cappucci tirati sulla testa, abbiamo rischiato diverse volte di cadere dalla sedia per fare le foto, i capelli e i cappucci delle giacche ostruivano sempre la vista e il ghiaccio... era veramente ghiacciato da staccare le dita dalle mani!
Che freddo accidenti ma... quante risate! Non so cosa abbiano pensato i miei vicini di casa ma non sono pazza, lo giuro.

Vi ho fatto perdere la poesia? Credo di no, perché alla fine la poesia è nella passione che mettiamo nel fare le cose, nell'affetto che proviamo per chi condivide la sua vita con noi. La poesia è nell'amicizia, traspare dalle immagini, riflette nel ghiaccio e danza nel fuoco...











"Dietro la maschera di ghiaccio che usano gli uomini
c'è un cuore di fuoco"

- Paulo Coelho -




Quanto lavoro, quante cose ci sono dietro ad una creazione, ad uno styling un po' curato, a delle foto fatte decentemente, cercando l'angolazione e la luce migliori...

Anna Tulimami racconta anche il dietro le quinte qui!

Questa storia è anche su Steller dove vi racconto anche come fare questa magica lanterna fire&ice:



venerdì 8 gennaio 2016

Top 6 EYE DIY!

Dopo volpi, casette, diamanti, ananas... arrivano gli occhi! Pare che siano il trend del futuro ed io ci credo "ad occhi chiusi" perché, si sa, di trend non me ne intendo proprio per niente!
Però devo dire che questo mi diverte e mi ispira davvero tanto: gli occhi sono spiritosi, ipnotici ma anche ricchi di significato fin dall'antichità.
Gli occhi sono la prima cosa che si guarda di una persona, da soli sono in grado di "parlare" e di loro si dice che siano lo specchio dell'anima, insomma, pollice in alto per loro!

Nel mio ultimo girovagare su Pinterest mi sono imbattuta in alcuni DIY legati agli occhi davvero simpatici e carini... ecco i miei "Top 6 eye DIY".
Oltre a "dare un'occhiata" ai DIY nell'immagine vi consiglio di spulciare i link perché alcuni tutorial contengono idee e trucchetti creativi che stuzzicheranno la vostra voglia di provare... a me friggono già le mani, confesso!





A proposito di occhi... più di un mese fa io e l'idraulico siamo stati, come ogni anno, all'Artigiano in Fiera a Milano Rho. Tra le cose che ci hanno affascinato, un gruppo di ragazzi tedeschi con un'idea davvero semplice ma vincente: fare foto all'iride rielaborandola in modo spettacolare! Il loro sito è "Eyesight Iris-Fotografie" e vi accoglie informandovi che al mondo esistono più di 7 miliardi di persone ma non 2 iridi identiche...
Avete presente il film "I Origins"?
Beh, io e l'idraulico, affascinati come bambini, ci siamo fatti fare la foto ed il risultato finale è più o meno questo (in foto, solo un particolare)



Decisamente affascinante vero? Le iridi sono quasi ipnotiche... Purtroppo è una cosa che non si può fare online ma, attraverso il sito, si può contattare questi ragazzi e farsi dire dove trovarli in futuro.

"Pupilla. Dal latino [pupìlla] che significa bambina, bambino. 
Infatti, gli occhi sono l’unico organo che non cresce. È lo spazio attraverso il quale è possibile vedere il bambino, dentro l’adulto"

(guidofruscoloni, Twitter)

La tendenza occhi? Per me è un si, e per voi?






martedì 5 gennaio 2016

Ananas table - New Year's Eve for a juicy and sunny year!

Primo post del 2016... ciao, felice anno nuovo!
Noi abbiamo festeggiato capodanno in casa con pochi (ma buoni) amici. Il 2015 non è stato molto carino con me, quindi ho avuto voglia di decorare la tavola con qualcosa che mettesse allegria, sperando di cominciare un nuovo anno gustoso e succoso come un frutto maturato al sole... tradotto: ananas!
La decorazione è talmente semplice che avrebbe potuto farla una bambina, ma era proprio questo che volevo: semplicità senza pretese, umile come quella di un bambino.
Forme ritagliate nella carta e nei cartoncini colorati di IKEA, il segnaposto è una molletta in legno ricoperta da washi tape glitterato (di Zodio), l'ananas di cartoncino incollato con colla a caldo.
In tavola, un ananas vero da gustare a fine pasto, una candela al profumo di mango e fette di carambola immerse in acqua dentro ad un vaso da conserva... perché? Ma perché una stella non guasta mai!

Per saperne e vederne di più, cercate la storia di questa tavola su Steller (la trovate qui e se vi va seguitemi anche lì, sono @living_barefoot)