lunedì 22 dicembre 2014

DIY Christmas tags Glitter&Gold

Glitter&Gold, io indosserei questo abbinamento 365 giorni all'anno!
I miei momenti preferiti per glitterarmi la vita sono l'estate ed il Natale. In più, in casa mia quest'anno il Natale sarà dorato, quale occasione migliore per realizzare delle tags semplicissime e glitteratissime?

Il principio è elementare: si usa un qualsiasi timbro a vostra disposizione (anche fatto con un tappo di sughero o una gomma da cancellare) e la colla vinilica diluita al posto dell'inchiostro. Poi, rapidamente, si cosparge abbondantemente di glitter e si attende un pochino prima di ripulire.
Ecco pronte delle tags da personalizzare e usare in mille modi, per i pacchetti, come segnaposto, come biglietti di auguri.
Io ho personalizzato la mia con una forbice sagomata e un filo di rame (viva i metalli preziosi!)

Glitter & Gold e l'umore sale alle stelle! Il mio si e il vostro?



Glitter & Gold, I would wear this combination 365 days a year!
My favorite moments for glittering my life are summer and Christmas. In addition, in my house this year Christmas will be golden, what better time to make some simple and super glittered tags?

The principle is straightforward: you can use any stamp at your disposal (also made with a cork or an eraser) and diluted glue instead of ink. Then, quickly, sprinkle generously with glitter and expects a little before cleaning.
Here is the tag ready to customize and use in many ways, for packages, as a placeholder or as greeting cards.
I customized mine with a scissor shaped and a copper wire (love precious metals!)

Glitter & Gold and my mood skyrockets! Yours too?









Buone feste glitteratissime a tutti!

giovedì 18 dicembre 2014

Vieni avanti Creativo! #3 - Giovanna di GiòGiò tutto in pasta di mais

E' di nuovo il momento della rubrica "Vieni avanti Creativo!" (potete vedere le altre puntate qui).
Oggi aspetto una ragazza solare e dolcissima conosciuta questa estate vicino a casa, quando ho partecipato a Fornovo in Fiera. Si chiama Giovanna di "GioGiò, tutto in pasta di mais" (ex "GioGiò Art). Lei lavora la pasta di mais che ogni tanto realizzo anche io, per questo sono stata subito incuriosita ma diciamo pure che è molto meglio non fare paragoni. 
Guardando le creazioni di Giò si capisce perfettamente perché la pasta di mais è anche chiamata "porcellana fredda". Nelle sue mani, la pasta di mais si trasforma in vera e propria porcellana. Ha grandissima capacità figurativa per i personaggi 3D (spulciate nei suoi link e stupitevi di come riesce a riprodurre fedelmente gli sposi o dei suoi bellissimi trenini colmi di animaletti nei cake topper personalizzati che realizza) ma quello che mi ha colpita sono stati i bijoux, per la fantasia, l'accostamento di colori e lo stile, così naturale e spesso vagamente etnico... insomma, amore a prima vista!

Uh, ecco che bussano... apro e ve la presento!







  • Chi è Giò? 
Non mi piace parlare in terza persona.. quindi ti dirò chi sono.. sono una ragazza non più giovanissima :) , vivo nella provincia di Parma da 10 anni, con il cuore sempre rivolto alla mia città di origine, Salerno. Lavoro in un ente di Formazione e nei ritagli di tempo mi piace dedicarmi ai miei hobby, e soprattutto, a sporcarmi le mani... non sono una che guarda la TV tranquilla sul divano!


  • Cos’è “GiòGiò Art”? 
è il nome che ho voluto dare al blog. quando nel 2008 ho creato il blog non mi è venuto in mente nient’altro di originale... però un motivo c’è. Il tutto è legato ai nomignoli che mi dava mia nonna, giogiò, giogiola, giovedi... il primo è diventato il nome del blog, il secondo quello della mia mail. Mi è venuta in mente lei quando ho deciso il nome del Blog. anche se adesso, come noterete, ho trasformato il nome "Giogiò Art" in "Giogiò tutto in pasta di mais".


  • “C’era una volta…” raccontami come nasce “GiòGiò Art”
Come dicevo, il blog è nato nel 2008 ma prima c’è tutta una lunga storia... sono sempre stata un tipo che non poteva star ferma con le mani... i vestiti alle barbie li facevo io o costringevo mia mamma (sarta) a cucirmeli e se lei non poteva mi arrangiavo io, alcune volte con pessimi risultati... ho sempre pasticciato con le mani prima con la pasta di sale, poi con la pasta di mais che ho scoperto grazie ad una amica di mia zia. Ora c’è internet dove trovi di tutto, ma prima quando ho iniziato era tutto un’esperimento. Ho sempre tenuto dei diari, il mio primo blog è stato quello di Messenger (che ho irrimediabilmente perso!) ma volevo uno spazio interamente dedicato alle mie creazioni.. e così è nato il Blog! C’è chi mi chiede.. ma da quando fai queste statuine? Potrei dire, da sempre. Ho sempre pasticciato ed il Natale è stata sempre un’occasione per cimentarmi in decorazioni fai da te... da qui tutto quello che ho creato! Poi sono venuti i bijoux. Li ho fatti prima per me, poi per le amiche, e poi, ho cominciato a fare i mercatini. Quella dei Bijoux in pasta di mais credo sia veramente ancora una novità, in effetti la gente conosce la pasta di mais per le bamboline, i fiori... poi mi sono detta, perché fermarsi ai soprammobili?


  • Tu crei personaggi, animali, bijoux e tanto altro con la pasta di mais. C’è qualcuna di queste figure che ti regala più soddisfazione mentre crei? 
Sicuramente gli animaletti. Sono sempre divertenti, e dolci. ma ultimamente anche i Cake Topper o sopratorta per gli sposi.. alcune volte, a lavoro finito non riesco ancora a credere di essere riuscita a fare io quello che gli sposi mettono sulla torta!


  • Realizzi molte bellissime cose personalizzate e su commissione. Invece quando realizzi i tuoi bijoux in pasta di mais da cosa o come ti lasci ispirare? 
Mi ispira qualsiasi cosa... gli accostamenti di colore di una stoffa, oppure i colori che la natura ci
offre. Ancora più semplicemente, quando sono in ufficio sono al telefono e pasticcio su
un quaderno di appunti e molte volte esce qualcosa di interessante!


  • Cosa vuol dire per te creare? 
Rilassarmi e divertirmi allo stesso tempo


  • Raccontami una storia, un aneddoto o un’emozione che ti è rimasta particolarmente impressa legata ad una tua creazione. 
Non ce n’è una in particolare, le ricordo tutte con piacere e l’entusiasmo di creare... forse ricordo quelle che mi hanno fatto disperare di più, che di solito sono quelle che faccio per la seconda volta... le statuine o anche i bijoux che faccio per la prima volta sono sempre una scoperta e una sperimentazione che non hanno eguali.


  • Guardiamo nella sfera di cristallo: come vedi “GiòGiò Art” in futuro o cosa speri di poter vedere? 
Proprio non saprei, Giogiart è qualcosa che mi ha sempre accompagnato. Credo che la voglia di creare e sperimentare non si esaurisca mai, quindi per chi avrà tempo e pazienza di seguirmi mi troverà sempre sui miei canali.


  • Dove possiamo trovarti? 
Sul blog Giogiò Art, oppure sulla pagina facebook GiogioArt, oppure il canale youtube giogiart





Cosa ne dite, questo si che si chiama lavorare la pasta di mais, altro che le mie stupidate (che, per farvi due risate, trovate qui)
Insomma, brava Giò!
E adesso sto già fremendo per presentarvi il prossimo Creativo!

lunedì 15 dicembre 2014

Christmas DIY ideas - Idee DIY per Natale 2014 made in Italy

Quest'anno sono arrivata a Natale completamente disorganizzata ed ho pubblicato pochissime idee DIY e décor. Così ho pensato di affidarmi alle mie amiche creative italiane per non lasciarvi a bocca asciutta ma anzi per darvi un'ispirazione di qualità tutta firmata Made in Italy!
This year I got to Christmas completely disorganized and I have published very few DIY and décor ideas. So I thought to rely on my creative Italian friends for not leave you empty-handed, but rather to give you inspiration of quality throughout signed Made in Italy!

Uno stile fresco, moderno che strizza l'occhio all'Oriente anche a Natale con la delicata pallina origami in carta di Katia, Artoleria. Trovate il tutorial completo di trucchetti per una realizzazione impeccabile!
A fresh, modern and a little Japan style even at Christmas with the delicate origami paper ball by Katia, Artoleria. You'll find the full tutorial and tricks for an impeccable result!



Packaging black&white addolcito da carta da pacco naturale, come piace a me. Lo propone Anna Tulimami con un trucchetto che trovo molto interessante per realizzare delle personalissime tag con il... tessuto!
Packaging black & white softened by natural wrapping paper, as I like. It's proposed by Anna Tulimami with a trick that I find very interesting to realize the very personal tag with ... fabric!




Natale, inverno, primavera, estate... insomma, secondo me queste favolose decorazioni a crochet di Laura Is Laura sono belle in ogni stagione! Trovate il tutorial con anche lo schema e i passaggi per realizzare la piastrella crochet.
Christmas, winter, spring, summer ... well, I think these fabulous crochet decorations by Laura Is Laura are beautiful and perfect in every season! Find the tutorial with the scheme and the steps to achieve the tile granny square.




Pacchetti vivaci fai da te con un tocco di glitter, sono la proposta di Giorgia di Linfa Creativa che ci fornisce anche il link del sito di CasaFacile da cui scaricare gratuitamente la carta utilizzata per questi pacchetti!
Packages vibrant DIY with a touch of glitter, are the proposal of Giorgia Linfa Creativa that also provides us the link of the CasaFacile website where you can download free the paper used for these packages!




Infine una genialata (posso dirlo?) di Giada di Quando Fuori Piove, lei dice che sia perfetta per i bambini e lo è... ma non ho visto scritto da nessuna parte che sia vietata agli adulti che si sentono un po' bambini! Trovate tutorial e ricetta per realizzare la snow paint 3D.
Finally a genius (can I say?) by Giada of Quando Fuori Piove, she said to be perfect for the kids and it is ... but I have not seen written anywhere that it is prohibited to adults who feel a little 'children! Find tutorial and recipe to make the snow paint 3D.


mercoledì 10 dicembre 2014

Lavorando per il Natale - i mercatini di Natale 2014

Da quando mi sono messa a fare esposizioni e mercatini non so più bene se dover chiamare  "craft room" o "laboratorio" il mio angolo di lavoro. Insomma, la tentazione di chiamarlo laboratorio come gli artigiani, per me che in un laboratorio di analisi ci ho lavorato più di 10 anni, è davvero forte, mi sembrerebbe di chiudere un cerchio.
Comunque sia, voglio mostrarvi cosa succede in questi giorni sul mio tavolo stracolmo di materiali e disordinatissimo.
Ho deciso di partecipare al mercatino di Natale di un paesino vicino al mio (volevo partecipare nel paese dove vivo ma quest'anno non lo organizzano) perché, anche se voi non lo sapete, fare mercatini era un mio piccolo sogno, quest'anno l'ho realizzato e volevo contribuire alla vita delle nostre piccole realtà.
Poi, presa dall'entusiasmo, mi sono iscritta anche ad alcuni mercatini Natalizi a Parma, la mia città! Ovviamente l'idraulico sarà assieme a me con le sue lampade e i suoi orologi.

Quindi, rientrata da Verona, ho deciso di presentare anche qualcosa di prettamente natalizio oltre alle mie creazioni.
Il risultato è che sono costantemente cosparsa di glitter, nei capelli, sulla pelle, sul maglione, sul pavimento... persino le gatte sono glitterate! Si, altro che Natale nordico, mi sto sfogando e imbrillantino tutto... state attenti che imbrillantino anche voi!








Ecco dove potete venire a trovarmi:

domenica 14 dicembre a Ghiare di Berceto (Parma), nella splendida location dell'ex fornace rimessa a nuovo da poco con un workshop-cantiere ed il contributo degli studenti di Architettura e Ingegneria di tutta Italia. Tante bancarelle, vin brulè ed i presepi sospesi... niente di meglio!

sabato 20 dicembre a Parma, via Emilio Lepido 66, presso il Marty Mall Center (il centro commerciale dove ci sono Oviesse e Pittarosso, per intenderci)

domenica 21 dicembre a Parma, Piazza Ghiaia, al coperto! Ditemi cosa c'è di più magico di passeggiare in centro a Parma la domenica prima del Natale, con le luci, il profumo di cioccolato e caramello, le bancarelle di artigianato artistico... Non vedo l'ora!

venerdì 5 dicembre 2014

Foto racconto del Festival dell'Handmade di Verona - autunno 2014

Siamo partiti con la roulotte (a proposito... devo ancora farvi vedere il restyling della carrozzeria esterna!) e la macchina stipata con allestimento e creazioni. l'Ex Arsenale di Verona è sempre una location favolosa dove l'emozione si fa sentire anche solo varcando la soglia.
L'organizzazione di Madama Robè è sempre impeccabile, i creativi partecipanti al Festival dell'Handmade sono uno più bravo dell'altro, i veronesi hanno risposto con entusiasmo e noi siamo stati invasi da un fiume di gente simpaticissima!

Talmente tanta gente che non sono riuscita ne a fare foto decenti (venivano mosse perché dovevo farle alla svelta) ne a fare foto con gli altri creativi... che peccato!

Comunque un paio di foto (sfocatissime... aiuto, perdonatemi!) dei nuovi allestimenti, il mio e di Tu.Bi. Design, voglio mostrarvele... sinceramente ne siamo soddisfatti!











Ed ecco la nostra vicina di esposizione, un viso a me ben noto. Si tratta di una carissima amica, Monila, una persona dolcissima con una fantastica famiglia e un talento enorme per dipingere a mano la porcellana. 
La trovate sul suo blog Monila Handmade e sulla sua pagina facebook... resterete incantati! Se volete leggete anche il suo resoconto del Festival, lei è stata più brava di me a fare foto e a raccontare l'atmosfera. Intanto cara Monila, grazie per aver condiviso nuovamente questa esperienza e per averla resa ancora più speciale!




P.S. Comunicazione di servizio: se vedete qualcosa che vi piace nelle foto delle mie creazioni e vorreste acquistarlo, potete scrivermi per info a vivereapiedinudi@gmail.com.

mercoledì 3 dicembre 2014

Sotto tazza e sotto teiera handmade

Nei giorni scorsi ho realizzato un piccolo regalo per una nuova amica appassionata di tè (lo ha già ricevuto e finalmente posso mostrarvelo).



Avevo in casa un sottopentola e un sottobicchiere di sughero grezzi, li ho dipinti con colori acrilici a pennellate irregolari, poi ho applicato dei ritagli a decoupage incollandoli con colla vinilica leggermente diluita. Infine, ho completato con timbri (ho usato colore acrilico come inchiostro) e protetto con diverse mani di vernice trasparente. Il bello di questa lavorazione è che non è necessario essere precisi ne con la colorazione ne coi timbri.
Bisogna lasciare asciugare bene ed evitare di usarli come sottopentola perché il calore eccessivo farebbe rovinare la decorazione. Come sottoteiera e sotto tazza, invece, sono perfetti ed accompagneranno le sue giornate autunnali ed invernali!
Per lei ho scelto queste due frasi "take your time" e "tea time" ma si possono personalizzare a piacimento, io la trovo anche una bella idea regalo.
Vi piacciono?
Se vi piacciono tenete d'occhio la mia pagina facebook "Vivere a Piedi Nudi" perché tra non molto ci sarà una sorpresa!








Per la mia amica ho aggiunto anche una spilla della nuova serie #giappijoux, realizzata in legno riciclato, carta di riso giapponese e bottoni francesi... come siamo internazionali!
Pare che le sia piaciuta molto, ne sono felicissima!



giovedì 27 novembre 2014

Festival dell'Handmade di Verona - autunno 2014

Sabato 29 e domenica 30 troverete me e l'idraulico Tu.Bi. Design a Verona al Festival dell'Handmade. Siamo pronti, abbiamo studiato un allestimento tutto nuovo, abbiamo novità da esporre e tanta voglia di conoscere nuovi amici!
Ce ne saranno sicuramente in mezzo agli oltre 70 creativi che parteciperanno (nuovi incontri per la rubrica "Vieni avanti Creativo!"), e voi ci sarete? Io non vedo l'ora!