mercoledì 15 maggio 2013

Pulizie di primavera: cosa butto e cosa tengo

Qualche giorno fa ho ricevuto una mail da una ragazza tedesca che mi diceva di avere trovato il mio blog mentre cercava materiale sullo space clearing e decluttering. Continuava dicendo che aveva letto molti libri sull'argomento, che aveva aiutato un'amica e aveva intenzione di aiutare altre persone a "cambiare qualcosa nella loro vita" (cit.). La sua mail finiva con un grazie.
Sono davvero rimasta sorpresa perché lo space clearing è un'argomento che ho provato ad affrontare per poi abbandonarlo subito dato che è tutt'ora molto difficoltoso per me.

Fare spazio in casa si rispecchia col fare spazio nella vita. Diceva bene lei, le persone hanno bisogno di cambiare qualcosa nella loro vita.. e forse anche io.




Seguo con interesse e curiosità due programmi televisivi: "Sepolti in casa" e "Accumulatori seriali".. se li avete visti sapete di cosa parlo.
Sono casi estremi di accumulo compulsivo e quasi sempre sono persone che hanno subito traumi e che per non affrontare il dolore si attaccano in modo morboso agli oggetti, che siano comprati online o nei negozi, pescati dai cassonetti o vera e propria spazzatura. L'accumulo compulsivo è un disturbo che prende il nome di disposofobia. La Dott.ssa psicologa Susanna Murray nel suo blog "Psicologia e crescita personale" (trovate un altro interessante suo blog al n.13 dell'elenco in calce al post) evidenzia come il problema dell'accumulo compulsivo sia ancora poco considerato dal mondo scientifico in Italia.  

Il distacco dagli oggetti è un processo lento e doloroso perché costringe ad affrontare il dolore e i problemi che per anni sono stati evitati. 

Il premio è riprendere le redini della propria vita e recuperare il rapporto con le persone care.

Dunque il legame tra l'uomo e le cose è davvero intimo. Mi sono chiesta per quale motivo io sia così affascinata da questi programmi. Se leggete la pagina "About" di questo blog lo intuirete... amo le cose, amo gli oggetti. In casa mia gli oggetti hanno una storia, sono un ricordo, rappresentano qualcosa o qualcuno ed io sono legata a loro. Ovviamente non mi avvicino neanche lontanamente alle situazioni patologiche ma di alcuni non saprei privarmi anche se in effetti.. non mi servono! Vedere questi programmi mi stimola a riorganizzare, riordinare, pulire, disfarmi del superfluo e non dare peso al mio istinto a "non buttare via niente". 
E lo faccio davvero con rinnovata energia!




Gli oggetti possono diventare una vera e propria dipendenza e soffocano la vita.

Quindi cosa butto e cosa tengo? 


Non butterò ma riorganizzerò la casa. Una buona organizzazione di oggetti, utensili e documenti permette di recuperare spazio e tempo e mette ordine anche nei pensieri. A questo proposito vi segnalo il gruppo facebook  "Paroladordine", nato da CasaFacile e composto ormai da più di 3000 "Ragazze A Posto" (RAP) che "rivoluzionano il mondo un cassetto alla volta"! 
Se siete Pinterest addicted vi segnalo anche "Top Organizing Bloggers" con tante ispirazioni. 


Butterò le cose vecchie e rotte che avevo tenuto per anni perché non potevo permettermi altro. Neanche adesso posso ma ho deciso che non le voglio più vedere... less is more e farà bene alla mia autostima.

Butterò la negatività e l'atteggiamento pessimista. In realtà io sono davvero poco pessimista ma non voglio più avere nemmeno quel poco.

Butterò la pigrizia e mi dedicherò con passione ed entusiasmo ai miei progetti.

Terrò il tempo. Vorrei uscire dal guscio di sconforto che mi ha accompagnato negli ultimi 3 anni e ritrovare il giusto tempo per l'anima... e per il fisico!

Terrò gli amici, quelle persone vere che ti amano come sei, difetti compresi, che sono sempre pronti a darti uno schiaffo quando serve ma ad abbracciarti subito dopo dicendoti "perdonami ma dovevo farlo"...

E voi, avete fatto spazio nella vostra vita?






Questo è il post con cui partecipo alla "Staffetta Di Blog in Blog" di cui vi avevo parlato qui, una vera e propria staffetta tra i blog che ogni giorno 15 del mese pubblicano contemporaneamente un articolo sullo stesso argomento deciso man mano da tutti i partecipanti. Se volete saperne di più ecco il link alla pagina facebook ufficiale "Di blog in blog".

Se invece volete curiosare tra gli altri miei post della staffetta cliccate qui.



Ed ecco l'elenco dei blog partecipanti per questo mese.. andate a curiosare in tutti questi splendidi blog amici, troverete una ricca collezione di pensieri!







1) Alessia scrap & craft - http://www.4blog.info/school 
2) Mamma & Donna - http://www.mammaedonna.info
4) Impronta di mamma - http://improntadimamma.blogspot.it
7) paroladilaura - www.paroladilaura.it
9) whatAwhomanSaysAboutit - www.quellocheunadonnadice.blogspot.it
13) Io mi piaccio - http://iomipiaccio.blogspot.com
15) Il mondo di Cì - http://ilmondodici.blogspot.com/
17) made in bottega - http://www.madeinbottega.com
25) Dispariepari - http://www.dispariepari.it/
28) Le Gioie di Moira - http://legioiedimoira.blogspot.it/
29) Design Therapy - http://www.designtherapy.it/
30) Idea Mamma - http://www.ideamamma.it
31) Wondernonna - www.wondernonna.it
33) Sono al Mondo - http://http://sonoalmondo.blogspot.it/
34) Il caffè delle mamme - http://www.ilcaffedellemamme.it
39) Mamma...e ora che faccio?? - www.mammaorachefaccio.com
42) Bodò. Mamme con il jolly http://www.bbodo.it/tag/di-blog-in-blog/
43) mamiblog.it - http://www.mamiblog.it
44) Priorità e Passioni http://prioritaepassioni.blogspot.it/

57 commenti:

  1. anch'io le guardo quei programmi Tv, ed è vero che in Italia non viene trattato. Da Psico però ti dico che non è poi così come ti fanno vedere in tv. ottima idea quella di organizzare....è la cosa migliore

    RispondiElimina
    Risposte
    1. concordo assolutamente, infatti ho scritto che sono casi estremi... ma diciamo che a me personalmente servono come stimolo :)

      Elimina
  2. Ciao! Anche io guardo spesso quei programmi e a volte, anche se fortunatamente in minima parte, mi rispecchio in quelle persone. Spesso sento un legame troppo forte con alcuni oggetti, anche se in realtà non servono, e hanno utilità zero!
    Ogni tanto succede di sentirmi oppressa, quasi soffocare e in quel momento decido che fare un bel po' di pulizia è la cosa migliore... ed in effetti buttare tutto è una liberazione!
    Un bacio e bel post!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ines e grazie! Si è vero, a volte fare spazio è proprio come una rinascita!

      Elimina
  3. Grazie per avermi citata ;)
    Anche io credo che il tempo sia proprio da tenere più in considerazione. Oggi viviamo nell'era dello spreco di tempo per attività e pensieri decisamente sopravvalutati.
    Un caro saluto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Susanna! E' vero e devo dire anche che non è affatto facile non sprecare tempo. Spero di riuscire a raggiungere l'obiettivo

      Elimina
  4. Bellissimo post, su cui fermarsi a meditare <3
    P.S. Paroladordine m'ha cambiato la vita in meglio, sapere che può aiutare anche gli altri mi riempie di gioia ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ale, dal momento che ci sono più di 3000 iscritti secondo me Paroladordine sta aiutando molti! ^_^

      Elimina
  5. Come te sono molto attaccata alle cose, agli oggetti, tutto per me ha un senso, una storia personale... e buttare è quasi una violenza: per quello cerco piuttosto di riorganizzare ( magica parola), regalare o reinventare... odio l'idea di cose ancora utili, magari per qualcun'altro ( non per me) che invece finiscono ad ingrossare le già strabordanti discariche!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E io al 100% come te! Non per niente mi piace riciclare ma è anche quello che mi frega perchè accumulo ogni genere di materiali che "possono servire"!

      Elimina
  6. Molto interessante il tuo post.
    Di un certo livello direi io.
    Si ho visto i programmi e ti dirò di più, lavorando come coord su di un servizio di assistenza domiliare per anziani li ho vissuti in prima persona.
    Nel momento stesso in cui provi ad entrare e "buttare via", sgomberare.. l'anziano inizia a traballare, tanto da avere la necessità di un intervento del cps.
    Guardando più a fondo però scopri storie di solitudine e fragilità.
    Di solito io non butto via mai niente, a parte gli abiti che non uso più e che vengono donati alla caritas.
    La tua ultima domanda è terapeutica.
    Avete fatto spazio nella vostra vita?
    Si con un lungo percorso, mai terminato, dove si io che mio marito abbiamo per forza dovuto affrontare.
    ma questa è un'altra storia.
    Grazie per lo spunto di riflessione che mi hai dato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Mary! La tua testimonianza mi conferma che spesso questo accumulo (ovviamente i casi gravi) nascondono problematiche molto serie.
      Grazie mille!

      Elimina
  7. bello bello bello Laura...ci sto lavorando tanto. La prima cosa che BUTTO sono le persone negative. Non le voglio più vicine, le sto allontanando TUTTE.

    RispondiElimina
  8. Senti cara Laura, amica mia, ma perchè mi scatta la lacrimuccia anche quando leggo un tuo post sul decluttering!!??? Hai ragione spesso ci leghiamo moltissimo agli oggetti soprattutto se racchiudono ricordi!
    TVB <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma no dai Simona, vedrai che è un periodo così, la tensione, la stanchezza rendono più suscettibili alle lacrime <3 io poi sono una fontana perciò che ti devo dire? TVB anche io!

      Elimina
  9. Non sai come ti capisco, anche io sono profondamente legata agli oggetti. Ognuno è una storia, un ricordo.. Allo stesso tempo a volte sento proprio la necessità di fare ordine e spazio, in casa come nella vita.
    un abbraccio!
    laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti sono proprio due esigenze contrapposte ma ugualmente presenti. Bisogna trovare il giusto equilibrio.

      Elimina
  10. Ho sempre pensato che fossi particolarmente legata agli oggetti in quanto figlia unica estremamente malinconica e attaccata ai ricordi. Ovviamente il valore materiale contava davvero poco, mia madre se la prendeva con me perchè conservavo anche le carte delle caramelle, da bambina! Quindi ti capisco :) conosco anche la sensazione bellissima del riorganizzare tutto intorno a te, dare una nuova vita a quegli oggetti che, dimenticati da una parte, distrattamente, non rappresentano neanche più nulla.
    Hai dato un buono spunto di riflessione. Ora che sono mamma, poi, dovrò limitarmi per forza di cose e dare il buon esempio...credo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siamo molto simili... anche io conservavo le carte di caramelle! e francobolli, le bustine di zucchero, i tappi di bottiglia... ho dovuto darci un taglio!

      Elimina
  11. Mi piacciono le cose che tieni e le cose che butteresti!Anche io tengo tutto o quasi, ma so di non avere nessuna patologia, mi piace farlo perchè quegli oggetti hanno un significato per me. Poi ogni tanto "riorganizzo" anch'io. Il problema è che a casa tutti siamo attaccati ai "cari ricordi"!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un metodo utile è esporli a rotazione. Mettere via qualche ricordo per un periodo di tempo e dopo un po' li tiri fuori e metti via gli altri!

      Elimina
  12. A casa vige l'ammonimento: finirai come quelli di Sepolti in casa! Non tanto rivolto a me, quanto io che lo rivolgo a mia madre e a mia sorella.. Più che accumulatrici, non riescono proprio a disfarsi delle cose.. Ma questo tuo post, mi ha fatto riflettere sulla mia posizione: e io? Io anche.. sono solo più ordinata e rispetto a loro mi disfo almeno dei vestiti che non uso più, soprattutto che non mi vanno, regalandoli..
    Perché buttare è visto proprio come uno spreco, c'è sempre l'idea di poter ridare vita agli oggetti, la giusta evoluzione di questo momento storico, in cui il consumismo la fa da padrone, ma le cose stanno cambiando :)
    Grazie per questo interessantissimo post :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ho usato il termine buttare ma proprio io che amo il riciclo... ovviamente riutilizzo quasi tutto se si parla di oggetti e vestiti si rivendono o donano

      Elimina
  13. "Fare spazio in casa si rispecchia col fare spazio nella vita. " molto vero.
    A mi è capitato di vivere lontano dai miei oggetti, spesso in recidence o in albergo frequentemente negli ultim anni e chiamare "casa" la nostra famiglia più che le cose. Credo di essermi disintossicata così! Ciò non toglie che amando giocare con gli oggetti riciclati sono accumulatrice di carte, nastri, scatoloni ;) ma da un po' dopo averli usati li getto con più leggerezza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti parlavo anche di questo. A me piace fare scrapbooking col materiale che ho in casa e quindi tendo a tenere carte decorate e abbellimenti cartoncini vari perchè "potrebbero servire". Ma tra un po' dovremo uscire di casa noi :D

      Elimina
  14. Brava Laura, mi sembra decisa e con le idee chiare... se devo dire la verità, un po' t'invidio. Questo mese, ho saltato il giro di staffetta per evitare l'argomento! Ci sono molte cose da riorganizzare nella mia casa e nella vita, aspetto il momento giusto ma soprattutto la motivazione giusta per farlo . Forse leggere i vostri post mi darà la spinta necessaria....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Marilu, sai come si dice "tra il dire e il fare... c'è di mezzo il mare" ma anche "facile a dirsi, difficile a farsi". Ti auguro di trovare la spinta e lo auguro anche a me stessa!

      Elimina
  15. È bello vedere come in questa staffetta ognuno interpreti il post in maniera diversa: quello che hai scritto è interessante. Io sono una voce fuori dal coro perché non mi affeziono quasi mai agli oggetti e ho sempre bisogno di spazio per cui non mi faccio problemi ad eliminare il superfluo, forse perché quando ero piccola ho perso parte degli oggetti a cui tenevo in un incendio, ma so di essere appunto un'eccezione. Un buon modo per fare spazio è capire che i ricordi non scompaiono e che ci sono cose più importanti che i beni materiali... Come hai detto tu l'amicizia è una di queste :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il tuo commento è interessantissimo, proprio perchè invece ho visto persone che tendevano ad accumulare oggetti proprio in reazione ad aver perso tutto in un incendio. Evidentemente ognuno reagisce a modo suo. Che ci siano cose più importanti è fuori da ogni dubbio, se no poveri noi! :D

      Elimina
  16. Ottimo detto: "non buttare ma riorganizzare".
    Grazie per il suggerimento;)
    CIAO CIAO

    RispondiElimina
  17. Mi trovo molto in sintonia con queste pulizie di primavera!

    RispondiElimina
  18. Ciao, ti ho conosciuta grazie alla staffetta, se ti va di curiosare passa pure da me , ti seguo ;-)
    http://plusmamma.blogspot.it

    RispondiElimina
  19. via la pigrizia e sotto al tempo!!
    evviva!!
    son sicura che ce la farai!

    RispondiElimina
  20. ne abbiamo già parlato di quei programmi alla tv e a me fanno rabbrividire. Nel senso che, nel mio piccolo, capisco quelle persone e il loro attaccamento alle cose. Io non arrivo a quei livelli, ma fatico un pochino a liberarmi degli oggetti. Alcuni hanno una storia e buttarli equivale a "tradirli", altri invece sono riutilizzabili, magari solo in parte... Ecco, diventerò la protagonista di una serie tv anche io.. Scherzi a parte, i tuoi obiettivi sono tutti condivisibili, io devo lavorarci un po' su queste cose! :)

    RispondiElimina
  21. Space clearing, oggi è il giorno delle parole nuove, questa è la seconda, mi sembra interessante, da buona pasticciona disordinata mi devo informare
    Grazie
    Ciao

    RispondiElimina
  22. Ciao!
    Mi piace molto il tuo blog ,l'ho scoperto il tuo blog grazie all'iniziativa di Kreattiva e mi sono iscritta!Se ti va fai un salto da me ,ne sarei felicissima!
    A presto :)

    RispondiElimina
  23. Grazie per aver postato i link ai gruppi di riorganizzazione, li visiterò sicuramente! Un abbraccio!

    RispondiElimina
  24. Si, nella mia vita c'è spazio. E guai a chi lo occupa!!! ;-)

    RispondiElimina
  25. Volevo dirti due cose: 1) il tuo post è uno dei più belli che abbia letto nella staffetta. 2) il nome del tuo blog è semplicemente splendido. Il gioco della staffetta mi sta facendo conoscere personalità davvero interessanti. Ciao ciao!!

    RispondiElimina
  26. riorganizzare.....non sarà facile,ma se può servire a fare ordine e dare un senso a tutte quelle cose ci voglio provare....
    ma soprattutto sono contenta di non esser sola....

    RispondiElimina
  27. il problema mio problema non è fare ordine: è mantenerlo!

    RispondiElimina
  28. A business enterprise would be known to provide you a positive client-vendor relationship.


    Also visit my blog post - usługi ochrony lublin

    RispondiElimina
  29. Sei già passata da me quindi sai che siamo sulla stessa lunghezza d'onda. Ti auguro soprattutto di realizzare questo punto: "Vorrei uscire dal guscio di sconforto che mi ha accompagnato negli ultimi 3 anni e ritrovare il giusto tempo per l'anima... e per il fisico" . Un abbraccio, un saluto e una tazza di caffè. Buona giornata. Cris

    RispondiElimina
  30. E blogger si è mangiato il commento...sgrunt.. Dicevo.. Sei già passata da me quindi sai che siamo sulla stessa lunghezza d'onda in fatto di accumulo :). Ti auguro di cuore di realizzare al più presto questo punto: "Vorrei uscire dal guscio di sconforto che mi ha accompagnato negli ultimi 3 anni e ritrovare il giusto tempo per l'anima... e per il fisico" Un abbraccio, un saluto e una tazza di caffè. Buona giornata. Cris

    RispondiElimina
  31. Ecco e ora lo ha messo due volte... Sorry :p

    RispondiElimina
  32. I nostri post sono in perfetta sintonia... mi sono iscritta la gruppo che consigli. E tu, vorresti iscriverti al mio, che si occupa di Libri e lettura? Cercalo, si chiama Consigli e Sconsigli di lettura, ti aspetto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Tiziana, in realtà sono già iscritta al tuo gruppo ma partecipo poco, mea culpa! :P

      Elimina
  33. Sì, le Pulizie di Primavera sono una vera terapia!
    Grazie per il suggerimento della Murray.. vado subito ad aggiungerlo al mio post http://www.mugitaly.com/2013/03/pulizie-di-primavera.html

    Mug

    RispondiElimina
  34. Mi è piaciuta molto la tua riflessione, e a quanto pare non solo a me!
    Anch'io sono una di quelle che non butterebbe nulla, ma non arrivo ai livelli degli accumulatori seriali perchè sono brava a nascondere e ho la fortuna di avere una casa grande!
    I programmi che hai citato mi incuriosiscono ma le poche volte che ho iniziato a guardarli ho dovuto cambiare canale, perchè mi inquietavano...
    Spero che tu riesca a realizzare i tuoi propositi costruttivi e riesca a cambiare ciò che non ti piace della tua vita.
    Un bacione grosso!

    RispondiElimina
  35. Io non sono mai stata una "conservina" sempre buttato le foto e le cose dei vecchi fidanzati, periodicamente elimino vestiti e oggetti che sono solo d'ingombro e poco utilizzati!! Mi è piaciuto tanto "Tengo il tempo"...quello che non basta mai e che fugge via + veloce di quanto io butti tutto il resto!!! E butto alcuni amici...che lo sono sono a parole..e ne tengo altri, nuovi e ncontrati in rete..

    RispondiElimina
  36. Che bello questo post. Poi il titolo del tuo blog ne rispecchia il contenuto. Vivere a piedi nudi, semplicemente, apprezzando il contatto con un prato d'erba fresca.

    Alla prossima

    Ciao
    Arianna@Con le Mani nel Sacher

    RispondiElimina

Condividete con me le vostre impressioni lasciandomi un commento, mi farete felice!