sabato 15 giugno 2013

A volte ritornano.... ma io vivo a piedi nudi!


I magoni volte ritornano. Un magone è un nodo in gola. C'è stato un periodo, esattamente 3 anni fa, in cui ne ho sofferto parecchio. E' stato quando ho lasciato la mia professione precaria per un contratto a tempo indeterminato ma in un settore che non conosco affatto e che non mi è mai piaciuto. Ringrazio il Cielo di questa opportunità che ha salvato casa e famiglia ma, come si suol dire, anni di studio buttati al vento.
La decisione è stata mia e solo mia, presa in assoluta libertà. Ho semplicemente messo sul piatto della bilancia famiglia e lavoro e la soluzione era ovviamente davanti agli occhi. E' incredibile quanto sia grande il potere di un contratto a tempo indeterminato e io avevo già alle spalle una situazione che non permetteva più il precariato. Ma ho perso la mia professionalità e la stima che avevo guadagnato.

Questa succulenta sembrava morta, dalla terra spuntava solo un gambino marrone
mezzo secco... l'ho trapiantato ed ora cresce rigogliosa! A volte ritornano....

Mi giudicherete boriosa se vi racconto che nel mio piccolo ero stimata dal lato umano e lavorativo. Era quello che volevo fare fin da piccola, non la ballerina, non la principessa... sembrerà strano ma volevo fare quello e mi piaceva. Anche se ambiente e situazione erano difficili mi piaceva, lo facevo con gusto, con soddisfazione. Ero un piccolo punto di riferimento e ne ero orgogliosa.
Ora sono in un settore che non conosco, che non mi piace e mi intimorisce e per questo spesso mi sento nessuno ..
E a volte ritornano, i magoni... 

 Mia madre voleva buttare questo geranio alla fine della stagione scorsa. Il mio pollice è nero
ma mi sono intestardita, l'ho potato e curato tutto inverno.... ora è felice e sta per tornare! 

E' ovvio che ringrazio il Cielo dell'opportunità che mi è stata data e che ci ha permesso di risollevarci pian piano e sono ben consapevole che un'opportunità non è facile da avere ma è anche ovvio che a volte ritornano, i magoni, e che quando arriva venerdì tiro un sospiro di sollievo perché posso staccare il cervello.


La nostra passiflora durante l'inverno di due anni fa sembrava morta. La temperatura era
scesa a -17°C bruciando tutta la pianta. Per noi è stata una pugnalata... ma in primavera
da un solo, minuscolo rametto apparentemente secco sono nati piccoli germogli.
Ora un'esplosione di boccioli attende di aprirsi e proprio ieri finalmente ecco il primo.. è tornata!



La nostra adorata clematis ogni inverno secca e sembra perduta. Poi a primavera spunta
un germoglio e non sappiamo mai se è lei o un erbaccia. Ma lei cresce e come
un'araba fenice risorge... e ritorna, non a volte ma ogni anno!



Ma, come per le piante che vi ho presentato in questo post, ci vuole speranza, forza e determinazione. Per questo  i magoni a volte ritornano ma anche io sono ritornata. Rinata come queste piantine, perché quando una porta si chiude se ne aprono altre. A volte le porte fanno uscire e puoi cominciare a percorrere strade interessanti.
Per fortuna ho trovato voi, che leggete le parole di questa matta e non mi fate sentire sola. Per fortuna, sono un tipo che non perde mai la speranza. 
D'altra parte, mi piace "vivere a piedi nudi"!


P.S. rimanendo in tema "ritornare - anche io sono tornata a nuova vita" approfitto di questa occasione per un annuncio importante:
Udite udite.. annuncio con orgoglio un sogno che diventa realtà! A luglio non perdete il numero di CasaFacile con l'allegato "CasaFacile Decor", dove troverete tanti progetti direttamente dalle blogger creative... e ci sono anch'io, con una creazione fotografata dalla mitica Ilaria di IDA LifeStyle! Grazie CasaFacile e un grazie speciale al direttore Giusi e a Serena di Cappello A Bombetta che ha avuto questa idea! 





Questo è il post con cui partecipo alla "Staffetta Di Blog in Blog" di cui vi avevo parlato qui, una vera e propria staffetta tra i blog che ogni giorno 15 del mese pubblicano contemporaneamente un articolo sullo stesso argomento deciso man mano da tutti i partecipanti. Se volete saperne di più ecco il link alla pagina facebook ufficiale "Di blog in blog".

Se invece volete curiosare tra gli altri miei post della staffetta cliccate qui.



Ed ecco l'elenco dei blog partecipanti per questo mese.. andate a curiosare in tutti questi splendidi blog amici, per scoprire cos'è che a volte ritorna!








5. made in bottega - http://www.madeinbottega.com
16. Il caffè delle mamme - http://www.ilcaffedellemamme.it
18.Sara Milan Fiorenza http://www.nuvolositavariabile.com/
26) Antonietta Nido in famiglia gnometti&fantasia http://www.gnomettiefantasia.blogspot.it/
33) Home-trotter: http://hometrotter.it
38) Mammamari http://mammamari.it/

63 commenti:

  1. In questo momento siamo in una sorta di ricatto per cui devi ringraziare e tacere se hai un qualunque tipo di lavoro.. E' veramente triste, se si pensa a tutta la strada che hanno fatto i nostri nonni e i nostri genitori nel campo dei diritti dei lavoratori.. Io faccio ancora un lavoro che mi piace, anche se ho subito una riduzione di orario..
    Come pensi tu, anche secondo me non bisogna perdere le speranze e le tue piante insegnano :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si in effetti certe situazioni assomigliano a ricatti. Pace, tiriamo avanti, come dicevano i nostri nonni!

      Elimina
  2. Caspita..
    Quando devi chiudere un sogno ne cassetto e buttare via la chiave ti senti come se ti avessero strappato un pezzo di te.
    La tua bilancia pende dalla parte dell'intelligenza. Non hai buttato via niente e tutte quelle notti sui libri ti serviranno sempre.
    Sono così felice di leggerti su questa rivista!!!
    Il tuo vivere a piedi nudi è assoluto la tua parte migliore.
    E dici bene.. Come le tue piante rifiorisci più forte di prima
    Grazie a te..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mary grazie per le tue parole dolcissime.. a momenti mi commuovo!

      Elimina
  3. Cara Laura, avendo fatto questa scelta (dovuta), dal lato professionale magari avrai meno stima di te stessa, ma dal lato umano, ne devi avere tantissima, te lo devi.
    Io ti conosco virtualmente, da meno di un anno e ti stimo molto per quello che pensi, dici e fai. Ciò che traspare dalla rete è il ritratto di una bellissima persona che mi auguro continui a vivere a piedi nudi.
    Un abbraccio "stritolante"!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Giorgia, ti dico sinceramente che la stima è reciproca e che spero veramente di conoscerti presto! Mi prendo tutto l'abbraccio e.. grazie!

      Elimina
  4. Il magone... compagno di avventure. Ho sempre un buon motivo per avere un po' di magone.
    Ma mi fa sentire viva!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse hai ragione, in fondo è sempre uno stimolo.

      Elimina
  5. 1) Complimenti per la splendida notizia di fine post, sarà un piacere ritrovarti sul "nostro" giornale!
    2) Gli anni di studio non sono mai buttati al vento, anche se non "sfrutti" le competenze e conoscenze acquisite, hanno fatto quello sei oggi! (te lo dice una che ha chiuso la laurea in un cassetto) :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille, in effetti si, sono questo perchè sono stata quello. :)

      Elimina
  6. Complimenti per i tuoi progetti pubblicati sulla rivista... come hai detto tu è un sogno che è diventato realtà, vuol dire che a volte capita davvero che i sogni si realizzano!
    CIAo

    RispondiElimina
  7. Ciao! Ti seguo silenziosamente da un anno, ti ho conosciuta tramite Tulimami... Ti scrivo adesso x' hai parlato di un argomento che mi tocca da vicino e che condivido con te in tutto...Anche i miei magoni ritornano per un sogno lavorativo abbandonato a favore di qualcosa di più sicuro per la famiglia... La mia tristezza e' stata che anche quello che doveva essere il lavoro sicuro per cui ho lasciato il mio sogno alla fine mi ha mollato per questa benedetta crisi... Siamo rimaste a casa in 80 la prima volta... Ma mai disperare si chiude la porta e si apre un portone... Adesso ho un nuovo lavoro e posso solo dire di essere fortunata, ma il mio sogno e' sempre li', nascosto.... Non si sa mai nella vita!!!! Bacioni! Chiara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Chiara, è bellissimo leggerti e sapere che ci sei, grazie!
      Vedo che mi capisci alla perfezione. I tempi sono veramente difficili, anche a casa mia stiamo barcollando sempre più per fortuna ormai abbiamo le spalle forti e negli anni ho imparato a dormire lo stesso di notte (con fatica). Come dici tu i sogni restano e non si può mai sapere.. e posso giurare che non è una frase fatta!
      Spero di rileggerti ancora, magari per un argomento meno "difficile"! Un abbraccio!

      Elimina
  8. Tu puoi forse immaginare come ti capisco. Io e mio marito abbiamo buttato non solo competenze e professionalità ma anche moltissimo denaro in un sogno che non si è realizzato. In seguito lui ha accettato il lavoro a tempo indeterminato e io ho badato al nido... Il magone torna molto spesso ma, di questi tempi, bisogna davvero pensare che siamo fortunati comunque. Intanto a essere una coppia felice e poi ad avere di che vivere dignitosamente. E... non vedo l'ora di leggere il prossimo numero di CF!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non perdo mai di vista il pensiero che siamo fortunati comunque, anzi! La mia vita in toto è cambiata in meglio ma un po' di amarezza rimane.. credo sia normale.

      Elimina
  9. credo che ,tra le tante cose che si posson dire di te, anche questa che hai raccontato contribuisce a renderti una persona eccezionale ..si i magoni ritornano ...e noi anche ...e la vita torna ad avere un buon sapore. TVB

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non farmi commuovere.. anche io, tanto!

      Elimina
  10. Come ti capisco...si percepisce la tua delusione ma la speranza allo stesso tempo! Un abbraccio! p.s. Ti suggerisco questa iniziativa che ho creato in occasione del primo compleanno del mio blog:
    http://chiarainfimoland.blogspot.it/2013/06/iniziativa-blogs-in-love.html
    Ciao!

    RispondiElimina
  11. Hai tutta la mia solidarietà!

    RispondiElimina
  12. Un post bellissimo ! Sapessi come ti capisco! Destabilizza e disorienta dover rinunciare ad un lavoro in cui sappiamo di essere BRAVE.
    Ma, credi, che competenze, sensibilità ed esperienze NON sono sprecate, non vanno buttate. Comunque sono saperi che ci arricchiscono e che prima o poi SICURAMENTE TORNANO ! proprio come le tue piante, con altre foglie,altri fiori ALTRE FORME !
    Vedi, il blog,CF , vedi sei su un'OTTIMA strada!!!COMPLIMENTI !
    Un bacione grande
    Ilaria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ilaria, non merito assolutamente tutti questi complimenti. Come dicevo sopra, la scelta che ho fatto mi ha comunque migliorato la vita ma un po' di amarezza è normale che rimanga.
      Grazie davvero! :*

      Elimina
  13. Tutto quello che facciamo per tenerci ancorate alle cose che ci rendono Felici ci fa scacciare il magone di non poterlo realizzare subito o di doverlo accantonare per un po'. Complimenti per la pubblicazione :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai assolutamente ragione e se tornassi indietro lo rifarei mille volte! grazie!

      Elimina
  14. Ti scrive una che il magone ce l'ha un giorno si e l'altro pure, quindi ti capisco benissimo, ma come vedo non sono l'unica. Che "vitaccia", ma per fortuna qualche sogno si realizza... Complimenti per CF!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La scelta è stata difficile sul piano emotivo ma sapevo bene quale direzione dovevo prendere.. su quello non avevo dubbi! grazie mille Michela!

      Elimina
  15. bello il post anche se quasi fino alla fine malinconico, poi nell'ultima parte hai ingranato la marcia e si è sentita la tua voglia di farcela. complimenti ! :-)

    RispondiElimina

  16. In questo momento credo che siano poche le persone che hanno la fortuna di avere una lavoro appagante, ma...
    ...quello che conta veramente nella vita è quello che sei , ciò che ti appassiona, ciò che fai, la tua famiglia, il tuo mondo... e sono sicura che il tuo è un mondo colorato e ricco di ogni sfumatura !!
    Con affetto

    Vale

    RispondiElimina
  17. Era un pò che non mi facevo un giro da te e torno trovando questo splendido post. Tra l'altro della staffetta alla quale questo mese ho deciso di non partecipare.
    Hai scritto uno splendido post; noi in casa stiamo vivendo la situazione al contrario, con la differenza che LUI il lavoro stabile, pur non amato, non lo ha ancora trovato. E' davvero complicato l'equilibrio in situazioni così. Ma dici bene, con pazienza e determinazione si affronta tutto.
    Congratulazioni per la pubblicazione del DIY su CF; di solito non lo compro, ma il prossimo numero non lo posso perdere sicuramente!! ;-)
    Un abbraccio, CK

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come di solito non lo compri? Questa è una cosa che deve cambiare! ;)))

      Elimina
  18. Bravissima, ti sei adattata ma la tua costanza ti ha premiato, dopo il lavoro ritorni ad essere la "vera" te stessa che si impegna in cose che ama ed i risultati sono arrivati.
    Non mi perderò il numero di luglio.
    Ciao
    Norma

    RispondiElimina
  19. Quello che hai raccontato ci accomuna moltissimo: stessa identica situazione e, tra l'altro, stessi studi. Ti capisco in pieno e sapessi quanti magoni! La mia salvezza è stato il blog: creato grazie a casa facile è il mio rifugio dove tutto è mio e dove parlo di quello che mi piace! Luana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Potrei aver scritto io questo commento! non ricordavo che avessi anche tu gli stessi studi.. è sempre stato un settore difficile e adesso... molto peggio!

      Elimina
  20. I magoni ricorrenti, quei magoni... lasciali arrivare e poi passare, ci fanno quello che siamo. Mi piace leggere qualcosa di te. Quanto la lavoro, anche a me si è presentato il bivio: ho fatto la scelta opposta, ma che fatica. E a volte i magoni mi arrivano all'incontrario...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero però che soddisfazioni hai, ne bastano anche una o due :) Non è stata una scelta facile nemmeno la tua, tanto di cappello!

      Elimina
  21. magoni, questi conosciuti! Ma tu sei forte e splendida e troverai sempre il modo di mandarli via!

    ps Casa facile???WOWWWWWW!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Lauretta! Si... ma stento a crederci :D

      Elimina
  22. sei stata forte a non farti ingoiare dai magoni ma valutare attentamente!
    e sì, i nostri blog sono dei veri toccasana anche per il non sentirsi mai soli

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un mondo che non conoscevo e adesso non potrei farne a meno!

      Elimina
  23. hey, è tempo di abbandonare i magano e..festeggiare! un sogno che diventa realtà, vale più di ogni altra cosa!!
    forza e coraggio dai!!!

    RispondiElimina
  24. Che belle foto che hai scelto per questo post. Il tuo magone, lo capisco benissimo. Spero per te che sia una cosa che non ritorni.
    ah, e congratulazioni per Casa Facile, sarà un piacere venire a cercarti :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille! Ogni anno faccio le foto ai miei fiori, sempre gli stessi, ma cosa posso farci? Mi piacciono!

      Elimina
  25. DOvremmo essere un ò tutti come le piante: resistere alle situazioni stressanti e trovare la forza ad ogni primavera di rinascere e ricrescere belli colorati e profumati!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verissimo, e soprattutto sarebbe bello poterlo fare con naturalezza!

      Elimina
  26. ciao
    vedo che hai scritto di un argomento che tocca te ma che accomuna molte altre....
    invidio chi riesce a fare nel proprio lavoro ciò che ha sempre desiderato, non solo studiato ma desiderato con tutta la sua anima.
    l'unica è ritagliare piccoli spazi nel proprio tempo, per fare piccole cose che ci gratificano e ci danno la fantasia di sperare che un giorno questo desiderio si avveri.
    complimenti per CF

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, infatti quello che prima per me era un hobby per rallentare lo stress ora è un rifugio.. e poi chissà!

      Elimina
  27. penso che presto mi troverò nella tua situazione,penso che mi dovrò trovare un altro lavoro,o inventarmene uno nuovo....mi sale già il magone...ma qualcosa ci si dovrà inventare...leggo di te...e mi dai un pò di coraggio in più.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi dispiace molto... ma per quello che vale la mia vita è migliorata molto, nonostante questi occasionali magoni. Comunque noi donne siamo sempre brave a reinventarci, no?

      Elimina
  28. Vorrei avere il tuo coraggio e abbandonare quel lavoro a tempo indeterminato che mi darà, forse, la pensione ma che ora è così pensante da vivere ogni giorno.

    P.s. domani prenoto in edicola CasaFacile ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. C'è chi ha fatto il salto contrario.. E' anche vero che un lavoro che ci opprime rischia di rovinarci la salute.valuta bene la situazione!

      Elimina
  29. Ciao! Molto toccante e commovente questo tuo post. Pieno del peso delle scelte. Leggo il tuo post e un po' mi ci ritrovo. Io però ho cominciato ad amare quello che faccio e me ne sorprendo spesso. Ora sono felice e spero che per tutti noi che abbiamo un mondo interiore ricco di emozioni, ci siano tante soddisfazioni e tanta serenità.

    Un abbraccio
    Arianna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per le bellissime parole Arianna, sono molto felice per le tue soddisfazioni.

      Elimina
  30. Ciao, che bella interpretazione del tema!! ... Mi soffermo sulla parte finale. Complimenti per la "nuova vita"!!!

    RispondiElimina
  31. Tutto ritorna...hai ragione... e AUGURI per il successo professionale!

    RispondiElimina
  32. ma che bello il tuo post, è vero a volte la scelta di testa non coincide con quella del cuore, ma se fa il bene della famiglia, allora è quella giusta.
    E poi a quanto sembra, le tue passioni riesci a coltivarle comunque, quindi brava e continua così!

    RispondiElimina
  33. e allora evviva la rinascita.... anche con i magoni.... dai dai.... che cè la puoi fare!!!

    RispondiElimina
  34. Arrivo con un pò di ritardo tra i tuoi post...e volevo solo dirti che un mio amico alla mia espressione "mi viene un magone" mi rispondeva sempre : ...e cos'è un magone ? un mago grande ? bene se è bravo può anche sparire da solo ! ;) bisogna avere tanta determinazione per andare avanti e crearsi una strada...come un mago fai comparire lì lì il posto per i tuoi passi ...

    RispondiElimina

Condividete con me le vostre impressioni lasciandomi un commento, mi farete felice!