giovedì 3 novembre 2011

Christmas gift idea (craft and DIY) - Recycled tea light holder

Questa è un'idea semplicissima per dei pensierini natalizi che nasce da un'esigenza di riciclo e risparmio... che novità eh? ;)
Li ho realizzati per il Natale 2010 ma l'idea non ha data di scadenza, giusto?

Premetto che i portacandela mi piacciono moltissimo, con buona pace delle mie amiche che spesso si vedono regalare da me questo tipo di oggetto!
Dunque, vedendo un nostro conoscente che stava per buttare via numerosi porta tea-light semplici e colorati dell'IKEA ma ormai molto rovinati, mio marito li ha "salvati in corner" per destinarli a nuova vita! Ha molta fiducia in me!

Partiamo dal risultato finale: Porta tea-light in vetro decorato con carta di riso e gemme. 





          Occorrente:

  • portacandelina di vetro (o plastica) anche colorato (possibilmente vecchio da rinnovare)
  • carta di riso in colori affini a quello del portacandelina
  • colla vinilica diluita piuttosto liquida
  • colore acrilico
  • vernice finale lucida o vetrificante
  • colla forte a presa rapida con beccuccio
  • gemme di plastica colorate



Come dicevo, io sono partita da piccoli portacandela colorati, rovinati in più punti.


Lavateli e asciugateli accuratamente. Strappate la carta di riso ad ottenere dei pezzetti di forma casuale.
Si inizia stendendo un pò di colla vinilica diluita su una parte di superficie esterna del portacandela, si appoggia un pezzetto di carta di riso e si ripassa con la colla sopra la carta.
Si appoggia poi un altro pezzo di carta sul vetro con la colla sovrapponendolo in parte a quello precedente e si ricopre di colla.
Proseguite in questo modo, stendendo la colla sul vetro, attaccando la carta e ricoprendo di colla, fino a ricoprire tutto il portacandela, i lati e sotto.
Lasciate asciugare bene finchè il tutto diventa trasparente.

Fate attenzione di ricoprire solo la parte esterna del portacandela, la parte interna deve rimanere originale per evitare che la carta bruci a contatto col calore della fiamma.

Si nota la carta "sfilacciata" sul bordo in alto:
si può rifinire con colore acrilico o smalto


Una volta asciutto, rifinite il bordo del portacandela in alto con un pò di colore acrilico per ricoprire il bordo dei pezzetti di carta e stendete una mano di vernice lucida (io ho usato quella ad effetto vetrificante). Lasciate asciugare.
In ultimo, attaccate con della colla a presa rapida le gemme di plastica creando un piccolo disegno. Ho usato questo tipo di colla perchè il beccuccio di cui è dotata facilita l'operazione con gemme di piccole dimensioni.

Voilà!



In alcuni ho usato diverse tonalità di carta di riso per ottenere un effetto sfumato di colore, come si vede nella foto qui sotto.


Mi piace l'effetto sfumato dei diversi colori di carta di riso sovrapposti e la vernice vetrificante è magica, cambia l'aspetto e ravviva il colore!



Ho poi abbinato i colori dei portacandela a qelli delle case delle mie amiche e ... sono piaciuti molto! O almeno.. vado sulla fiducia ma non ho visto nasi da Pinocchio! ;)

Per fortuna avevo già in casa tutti i materiali per il restyling di questi portacandela.. ho dovuto comprare solo le gemme ma è un materiale facile da utilizzare in molti progettini.. non andrà sprecato!

L'idea in più: io vi ho presentato questi ma se non avete a disposizione dei veri portacandelina potrete decorare allo stesso modo dei vasetti di vetro di dimensioni adatte... e perchè non immaginarli con carta di riso bianca e gemme argentate o dorate per un WHITE CHRISTMAS? Per me, da provare!



10 commenti:

  1. Veramente belli e di atmosfera...

    RispondiElimina
  2. Mi piacciono molto! che effetto con la candelina accesa, atmosferaaaaaaaa...

    RispondiElimina
  3. continuo a stupirmi del fascino che emanano tutti questi "progetti minimi" e di quanto siano belli e raffinati... piccole cose da niente, destinate al secchio dell'immondizia (o, meglio, al cestone del riciclo...)che risorgono ad una nuova vita... voglio provarli a fare con i barattolini di vetro vuoti dello yogurt...e per almeno uno seguirò il tuo suggerimento: bianco e argento!

    RispondiElimina
  4. Molto molto carino il tuo blog. Ciao Silvia

    RispondiElimina
  5. Grazie a tutte!
    ciao Silvia, benvenuta!!! Grazie mille per il complimento!

    RispondiElimina
  6. Lallabel... sei bravissima! Ed hai scatenato la mia fantasia! Pensavo che con la stessa tecnica si potrebbero decorare posacenere, vassoietti o bicchieri particolari... o qualsiasi oggetto in vetro, magari come quei centrotavola dove si mette del pout-pourrì... Vasi per fiori... insomma... c'è da perdersi!
    E che dire di quei vecchi lampadari, lampade, appliquè...etc... di vetro che si trovano ai mercatini dell'usato?

    Ma che idee!!! Appena termino di ridipingere casa, mi metterò all'opera!
    Grazie!

    RispondiElimina
  7. Grazie!!! bhè in effetti il bello è proprio quello... anche le cose rovinate o vecchie o "insipide" riprendono vita!
    In pratica la tecnica è come quella del decopatch, solo che in questo caso si usa la carta di riso, con un effetto quindi completamente diverso!
    io ci ho fatto anche una bellissima damigiana alla quale prima o poi dedicherò un post.

    RispondiElimina
  8. great diy!!!! thanks for your comment!!!! have a nice weekend!!!! ;-)

    RispondiElimina
  9. Hi Cez!
    I can only say... THANK YOU for being here!!!
    WOW! Nice weekend to you too!

    RispondiElimina

Condividete con me le vostre impressioni lasciandomi un commento, mi farete felice!